Tumore al seno guarito in 11 giorni con la combinazione di due farmaci

0
19

Negli ultimi anni si sono regsitrati i maggiori progressi della medicina nella lotta ai tumori grazie all’aumento delle conoscenze nell’ambito della genetica. L’obiettivo dei ricercatori, a differenza di quanto avviene oggi con la terapia standard, ovvero la chemio e la radioterapia che prevedono un attacco esterno della massa tumorale, è di aggredire il tumore dall’interno, “spegnendone” i geni che inducono l’alterazione delle cellule e che quindi attivano il processo tumorale. Questo è per quanto riguarda il futuro. Già ai giorni nostri vi sono delle novità interessanti che sono state presentate all’European Breast Cancer Conference ad Amasterdam. Alcuni ricercatori britannici utilizzando due farmaci in combinazione tra loro sono risuciti a ridurre o a eliminare il cancro al seno in 11 giorni. I farmaci in particolare sono stati utilizzati per trattare un particolare tumore della mammella: l’HER2 positivo così chiamato per la proteina che alimenta la proliferazione delle cellule tumorali. Le pazienti che hanno beneficiato di questo trattamento non si sono quindi dovute sottoporre al trattamento standard a base di chemio e radioterapia. Nello specifico i due farmaci in questione sono il trastuzumab e il lapatinib. Si tratta di farmaci già noti da tempo in ambito oncologico, tuttavia non erano mai stati utilizzati per un trattamento in combinazione. I due farmaci sono stati somministrati a 66 donne affette da tumori di 1-3 cm in attesa di essere operate. Dopo 11 giorni nell’11% delle pazienti è regredita del tutto ogni traccia di tumore mentre il 17% presentava una significativa diminuzione della massa tumorale.

Tuttavia saranno necessarie ulteriori sperimentazioni su un campione più ampio per accertare la reale efficacia del trattamento, anche perché questo tumore HER2 positivo è soggetto spesso a recidive. In ogni caso non si può disconoscere che si tratta comunque di un passo in avanti nella lotta ai tumori.