Loading...

Influenza, nuova vittima a Lecce: sesto caso in Puglia

0
Loading...
Loading...

Virus Influenza

Questa notte a Lecce si è registrato un altro decesso a causa del virus dell’influenza. Si tratta della sesta vittima in Puglia dall’inizio dell’epidemia. A confermarlo è Cinzia Germinario, responsabile dell’Osservatorio epidemiologico regionale pugliese, che ha fatto il punto della situazione sull’epidemia influenzale nel corso di un convegno che si sta tenendo a Bari: “Ad oggi ci sono quaranta persone ricoverate in Rianimazione per casi gravi e complicati di influenza. Abbiamo registrato sei decessi e abbiamo ad oggi quasi 150mila soggetti che si sono ammalati. Il virus che sta circolando è H1N1 purtroppo, che è quello del famigerato picco pandemico del 2009, e in misura minore l’H3N2 che ha presentato una variazione“.

A causa di questa ragione prosegue l’infettivologa barese: “Il vaccino potrebbe non essere efficace completamente nei confronti di questo virus perònel 90% dei casi ritroviamo il primo ceppo H1N1“. Riguardo quindi al ricorso alla vaccinazione in questi giorni per chi non l’avesse già fatto la dottoressa sottolinea: “sicuramente sì poiché non abbiamo raggiunto ancora il picco e quindi il numero di casi raggiunti in queste ore ce lo fa pensare. Non è ovviamente possibile prevedere quanti casi saranno registrati, non abbiamo la palla di vetro, ma stiamo seguendo la curva di incidenza del fenomeno“.

Al momento stando a quanto pubblicato dal rapporto epidemiologico Influnet, dell’Istituto Superiore di Sanità finora 1,4 milioni di italiani sono stati costretti a letto dai sintomi dell’influenza. Gli infettivologi sottolineano l’importanza della vaccinazione antinfluenzale soprattutto per le categorie a richio quali anziani, bambini e pazienti affetti da patologie croniche perché non è tanto pericoloso il virus influenzale di per se quanto la possibilità che possa favorire infezioni batteriche responsabili di malattie respiratorie anche gravi.

Loading...
Loading...