Loading...

Calcioscommesse: tra i 130 indagati dalla Procura c’è anche Antonio Conte

0
355
Antonio Conte Nazionale
Loading...
Loading...

Antonio Conte Nazionale

La Procura di Cremona che sta svolgendo una maxi-inchiesta sulle scommesse illegali su di una serie di partite del campionato di Serie A e di B che sarebbero state truccate, è arrivata ai primi risultati: al momento risultano 130 le persone indagate a vario titolo tra calciatori noti e meno noti. In particolare tra gli indagati spicca il nome di Antonio Conte, l’attuale commissario tecnico della Nazionale italiana. Per Conte il reato è stato derubricato da associazione a delinquere a frode sportiva ed i fatti contestati si riferiscono agli anni in cui l’ex allenatore della Juventus sedeva sula panchina del Siena.

In particolare secondo l’accusa Conte viene accusato di aver accettato “l’offerta o la promessa, e comunque di aver compiuto atti, anche fraudolenti, diretti ad ottenere un risultato diverso da quello conseguente al corretto e leale svolgimento dell’incontro di calcio Novara-Siena dell’1.5.2011, terminato 2-2, e comunque un risultato conforme alle scommesse effettuate”. In sostanza l’allora allenatore del Siena avrebbe comunicato ai suoi calciatori del raggiungimento dell’accordo sul pareggio, condizionando in tal modo l’esito della partita. A Conte viene anche contesta la partita AlbinoLeffe-Siena conclusasi sul risultato di 1 a 1.

Nelle indagini risulta indagato anche Stefano Colantuono, l’attuale tecnico dell’Atalanta per la partita Crotone-Atalanta del 22 aprile 2011. Le indagini sul calcioscommesse condotte dal procuratore di Cremona chiamano in causa per associazione a delinquere il giocatore della Lazio Stefano Mauri, l’ex  capitano dell’Atalanta Cristiano Doni e l’ex attaccante della Lazio e della Nazionale Beppe Signori.

Loading...
Loading...