Loading...

Gioco d’azzardo stretta del governo: meno slot machine e più tasse

0
388
Loading...
Loading...

Gioco d'azzardo stretta del governo: meno slot machine e più tasse

Il nuovo decreto del governo proverà a combattere con maggiore efficacia il gioco d’azzardo, per provare a frenare quella che in Italia è diventata una vera e propria patologia. Il nuovo provvedimento dell’esecutivo ha stabilito che è prevista una sola slot machine ogni 7 mq. In questo modo dovrebbero scendere di circa un terzo. Attualmente ci sono circa 350mila slot machine, con questo provvedimento dovrebbero scendere fino a 80-100mila.

Giro di vite anche sugli spot dei giochi che prevedono vincite in denaro. Il nuovo decreto stabilirà che non sarà possibile trasmettere spot che pubblicizzino giochi in denaro nelle fasce d’orario protette in televisione tra le 16 e le 19. Tale divieto non sarà però valido per i canali e le trasmissioni sportive dedicate appositamente al gioco.

Il governo aumenterà anche le tasse ed il prelievo sui giochi sarà maggiore. La cosiddetta “tassa della fortuna”, che prevede dal 2012 un prelievo su lotterie istantanee, videolotterie e sui giochi numerici, sarà notevolmente aumentata. Attualmente tale “tassa della fortuna” è di 500 euro, ma non è stata ancora identificata la soglia minima di vincita dopo la quale scatterà il prelievo. Ultimamente le slot machine, le lotterie ed i giochi stile “gratta e vinci” si stanno moltiplicando e stanno svuotando le già rinsecchite tasche degli italiani. Un giro di vite necessario sul gioco d’azzardo diventato una malattia.

Loading...
Loading...