Loading...

Crolla solaio in una scuola a Pescara: 3 studenti feriti

0
Loading...
Loading...

Scuola Edificio Scolastico

Stamattina si è sfiorata la tragedia in una scuola di Pescara. Una lastra di intonaco di circa un metro quadrato si è staccata dal solaio ed è finita sugli studenti che erano a lezione: tre alunni dell’Istituto Alberghiero ” De Cecco” sono stati colpiti dai calcinacci. I ragazzi hanno riportato delle lievi contusioni e qualche escoriazione alla testa e alle braccia. Gli alunni sono stati comunque portati in ospedale per degli accertamenti.

Il professore di educazione fisica Francesco Rizzo ha sottolineato come non si è trattato di un incidente perché l’edificio scolastico versa in cattive condizioni: “In questa scuola ogni giorno si rischia per la nostra incolumità. Stiamo parlando di un plesso dove ci sono oltre mille studenti e di una struttura che probabilmente non so se sia in grado di contenere un numero così grande di ragazzi. Fortunatamente oggi é andata bene, ma io credo che si debba capire perché questo é accaduto“. Intanto per il momento in attesa di ulteriori accertamenti il sindaco ha disposto la chiusura dell’Istituto De Cecco. L’episodio che non è certo il primo, pone all’attenzione del governo il problema della fatiscenza degli istituti scolastici.

A tale proposito Danilo Lampis, coordinatore nazionale dell’Unione degli studenti sottolinea che: “è uno dei tanti casi di condizioni edilizie indegne che ci vengono segnalati da ogni parte d’Italia, in particolare dalle scuole del Sud. È inaccettabile che il governo continui anche di fronte a questi tragici avvenimenti a ripetere i propri slogan millantando un impegno che si discosta nella realtà dai tempi e dai finanziamenti previsti. Pretendiamo i 13 miliardi di euro necessari per intervenire concretamente, come stimato dalla Protezione Civile, nonché la reale operatività dell’Anagrafe dell’edilizia scolastica“. Insomma si attendono interventi concreti da parte del governo per rendere pienamente a norma gli edifici scolastici che non lo sono.

Loading...
Loading...