Loading...

Salvini, la polemica: “Non mi piacciono i DC rigenerati come Mattarella”

0
326
Matteo Salvini
Loading...
Loading...

Matteo Salvini Lega Nord

L’atteggiamento intransigente del segretario della Lega Matteo Salvini non giova certo alla necessità di trovare un accordo tra le forze politiche per arrivare all’approvazione delle riforme costituzionali, in particolare ha stupito il mancanto incontro da parte del segretario della Lega Nord col neo-eletto presidente della Repubblica Sergio Mattarella. In pratica tutto nasce quando i partiti dell’opposizione in seguito allle polemiche sul voto in aula per le riforme costituzionali, chiedono un incontro con il Presidente della Repubblica. Mattarella acconsente.

Ieri mattina ad essere presenti all’incontro richiesto c’erano Fi e Sel. Anche il Movimento 5 Stelle terrà un colloquio con Mattarella, mentre Matteo Salvini ha espresso il no categorico. E’ stato lo stesso segretario della Lega Nord in una intervista alla Stampa e al Secolo XIX a ironizzare sui motivi di questo rifiuto: “Che ci vado a Fare da Mattarella? Cosa devo chiedergli? Il numero di telefono del suo parrucchiere?“. Insomma non ci andrà di persona, ma ci saranno i capigruppi Massimiliano Fedriga e Gian Marco Centinaio.

Il Quirinale ha accolto con stupore l’atteggiamento di Salvini che ha replicato: “Mi stupisco dello stupore del Quirinale. A parlare dei lavori in Parlamento, ci andranno i capigruppo in Parlamento. Quando servirà, ci andrò io. Spero che il Quirinale sia preoccupato per la situazione in Libia, non per l’agenda di Salvini”. Soprattutto la sua mancanza a questo incontro istituzionale, come spiegato nel corso dell’intervista rilasciata alla Stampa e al Secolo XIX, è frutto di una scelta di principio per non tradire gli ideali che aveva fin da ragazzo quando entrò: “nella Lega per contrastare la Democrazia Cristiana dei De Mita, degli Andreotti e dei Forlani, i loro accordi con il Psi di Amato”.

Ed ancora: “Non mi piacciono i democristiani rigenerati come Mattarella. Se vorrà andrò dal capo dello Stato quando potrò valutare i suoi primi atti concreti come presidente della Repubblica. Intanto il giudizio sul suo passato per la Lega è chiarissimo”. All’incontro parteciperanno i capigruppo della Lega alla Camera e al Senato“.

Loading...
Loading...