Loading...

Raffaele Cutolo: “Se parlo crolla il parlamento”

0
429
Raffaele Cutolo
Loading...
Loading...

Raffaele Cutolo

Raffaele Cutolo,74 anni,detenuto nel carcere di Parma in base al 41bis (carcere duro per i mafiosi), personaggio senz’altro complesso, sfaccettato, ricco di sfumature, ex boss della Nuova camorra organizzata, ha ispirato artisti, registi e scrittori. De Andrè volle dedicargli la celebre canzone Don Raffaè, ed anche il regista Tornatore girò un un film sul professore vesuviano, questo il nome che gli era stato affibbiato, che ne ricostruisce la carriera criminale e ne tratteggia la personalità. La figura a tutto tondo di Cutolo è anche materia del libro “Un’altra vita” da Francesco De Rosa.

Attualmente Cutolo detenuto da più di 36 anni col 41 bis, è venuto nuovamente alla ribalta per le dichiarazioni, rilasciate tramite la moglie Immacolata Iacone e il suo avvocato Gaetano Aufiero, sulle pagine del quotidiano Repubblica: “I miei segreti fanno tremare tutti. Chi è al comando oggi è stato messo lì da chi veniva a pregarmi”. Mi hanno usato e gonfiato il petto, da Cirillo a Moro che, a differenza del primo, hanno voluto morto e infatti mi ordinano di non intervenire: leva ‘e mani mi disse Vincenzo Casillo . Poi mi hanno tumulato vivo. Sanno che se parlo cade lo Stato”.”Allo Stato servo così. Pensano sia ancora legato alla camorra. Ma quale camorra? Pagina chiusa dal 1983, quando ho sposato Tina nel carcere dell’Asinara”.

Cutolo è detenuto nello stesso carcere in cui si trova anche Totò Riina. Non ha mai fatto mistero di essere particolarmente religioso, nella sua cella campeggiano le immagini di Papa Giovanni XXiII, Giovanni Paolo II e dei familiari più stretti. A proposito dei politici li definisce tutti parolai. L’ultimo di cui ha avuto stima è stato Berlusconi. Riguardo a Pasquale Barra morto recentemente, che portò al carcere Enzo Tortora con accuse poi rivelatasi del tutto infondate, Cutolo si è detto sempre certo dell’innocenza di Tortora. All’epoca  chiese di essere interrogato dai magistrati che però non vollero sentirlo.

Loading...
Loading...