Loading...

Roma, dopo 14 anni torna la pajata

1
452
Pajata
Loading...
Loading...

Pajata

Assieme alla bistecca fiorentina, anche la pajata, piatto tipico della tradizione culinaria romana, a causa dell’emergenza mucca pazza in Europa, mancava da quasi 14 anni dalle tavole degli italiani ma adesso è stata completamente riabilitata. In effetti questo piatto tipico capitolino mancava dal 2001 quando vennero adottate delle restrizioni sanitarie per far fronte all’emergenza dell’encefalopatia spongiforme bovina, più nota all’opinione pubblica come mucca pazza.

La Coldiretti in tutti questi anni ha ingaggiato una vra e propria battaglia per arrivare all’annullamento di questo divieto e dopo 14 anni ci è riuscita grazie al voto favorevole espresso da parte del Comitato permanente vegetali, animali, derrate alimentari e mangimi dell’Unione Europea che ha portato alla modifica del regolamento comunitario numero 999/2001 in tema di misure di prevenzione e di controllo della Bse.

In effetti è dal 2009 che in Italia non si verificano casi di muca pazza negli allevamenti dei bovinbi grazie alle ferree misure di sicurezza vigenti. Fondamentale in questo senso è stato il via libera da parte della  Organizzazione mondiale per la sanità animale  che a fine maggio del 2013 ha declassato il livello di rischio che da “controlato” è passato  a “trascurabile”.

Bisognerà aspettare però  ancora 15-20 giorni prima che il nuovo regolamento venga pubblicato sulla Gazzetta Ufficale. Fatto sta che che l’ingrediente fondamentale a base della pajata, ovvero l’intestino tenue del vitello da latte accompagnato dai rigatoni, è stato pienamente riabilitato per la felicità di tutti gli amanti dela buona tavola e della buona cucina.

Loading...
Loading...

1 COMMENT