Loading...

Salute: allarme super-batteri resistenti agli antibiotici

0
454
Batteri
Loading...
Loading...

Batteri

Quella degli antibiotici può considerarsi senz’altro una delle più importanti scoperte della medicina che ha consentito di salvare moltissime vite umane. Tuttavia l’uso sconsiderato che se ne è fatto negli ultimi decenni pone sempre più in evidenza il fenomeno di portata globale relativo ai batteri che hanno sviluppato delle resistenze al trattamento antibiotico.

L’allarme viene lanciato in particolare da un rapporto del governo britannico secondo cui la diffusione di una nuova generazione di super batteri resistenti agli antibiotici potrebbe comportare un numero di morti paragonabile alla grande Peste del 1665 che decimò un quinto della poplazione a Londra. Il dato a dir poco allarmante, è stato diffuso dal Dipartimento per la gestione delle emergenze nazionali di Downing Street.

In particolare i batteri più temuti che sviluppano una maggiore resistenza agli antibiotici sono l’EScherichia Coli, la KLebsiella Pneumoniae, e lo Staphylococcus Aureus. Si tratta di agenti patogeni che si sviluppano ndell’ambiente ospedaliero.

In particolare il pericolo riguarda soprattutto i pazienti che abbiano subito un trapianto a causa delle terapie che deprimono il sistema immunitario per evitare il rigetto del nuovo organo. Tuttavia sono in aumento i casi di infezioni prodotte da questi super batteri anche nelle corsie di ospedale.

Secondo gli esperti la diffusione di batteri sempre più resistenti agli antibiotici è dovuto proprio all’abuso che si fa di questi farmaci anche quando non è necessario ii loro impiego, ad esempio in caso di influenza sono generalmente inutili, salvo complicanze, perché l’influenza è causata da un virus e non da un batterio. Insomma se non si frenerà questo abuso nell’impiego degli antibiotici, anche infezioni considerate banali, potranno avere conseguenze letali.

Loading...
Loading...