Loading...

Virus Ebola: funziona il nuovo vaccino

1
Loading...
Loading...

Virus Ebola

IL virus dell’Ebola nel 2014 si è diffuso in Africa Occidentale provocando una vera e propria epidemia. Dall’inizio di questa emergenza si contano oltre 25mila contagi, ben 10.500 pazienti contagiati dal virus sono morti. Insomma arrivare a mettere a punto un vaccino che possa arginare questa epidemia rappresenta senz’altro una priorità in questo momento. In questo senso un nuovo studio condotto dall’Università del Texas ha sperimentato due vaccini utilizzando il ceppo Makona, il ceppo guineiano di Zaire all’origine della epidemia scoppiata nel 2014. Dai primi test è risultato che il vaccino si è dimostrato in grado di prevenire il contagio nelle scimmie. In pratica i ricercatori per valutare l’efficacia di questo vaccino, hanno utilizzato come vettore il virus della stomatite vescicolare, che non è patogeno per l’uomo. Tuttavia l’utlizzo di questo virus avrebbe delle controindicazioni, in quanto la sua alta presenza nel sangue ne riduce l’efficacia e aumenterebbe il rischio di effetti collaterali.

 

I ricercatori hanno somministrato una singola dose di uno dei due vaccini ad 8 macachi: dopo 28 giorni tutti i primati vaccinati, più due non vaccinati, risultavano infettati con questa variante Makona del virus. Tuttavia le scimmie vaccinate non hanno sviluppato sintomi significativi della malattia, mentre gli animali non vaccinati sono morti dopo 7,8 giorni dal contagio. Si tratta di uno step importante per mettere quindi a punto un vaccino che sia efficace e che presenti pochi effetti collaterali. Insomma questi vaccini sperimentati dai ricercatori si sono dimostrati in grado di prevenire i contagi da virus Ebola. La ricerca è stata pubblicata su Nature.

Loading...
Loading...

1 Commento