Loading...

Mondiali Brasile 2014: focus sull’Inghilterra, prima avversaria dell’Italia

1
558
Mondiali Brasile 2014: focus sull'Inghilterra, prima avversaria dell'Italia
Loading...
Loading...

Mondiali Brasile 2014, oggi la nostra attenzione si concentra sull’Inghilterra, che ci interessa da vicino poiché sarà la prima avversaria dell’Italia. Il tecnico Hodgson, che ha avuto precedenti nel nostro campionato avendo allenato Inter e Udinese, ha provato a creare un mix esplosivo di “vecchi” e giovani. Le amichevoli pre-Mondiali non sono state entusiasmanti, ma resta una Nazionale di tutto rispetto.

IL TOP PLAYER

Mondiali Brasile 2014: focus sull'Inghilterra, prima avversaria dell'Italia

Il top player più temibile dell’Inghilterra è sicuramente Wayne Rooney, attaccante del Manchester United. Non ha vissuto una stagione brillante, anche perché i Red Devils hanno affrontato il primo anno orfani di Ferguson. Resta comunque un attaccante completo e imprevedibile, capace di segnare da qualsiasi posizione e di inventare assist per i compagni da manuale del calcio. E’ lui la principale fonte di gioco dell’Inghilterra.

I PUNTI FORTI

Dalla cintola in su l’Inghilterra è una squadra molto temibile. Oltre al già citato Rooney, Hodgson può fare affidamento su Welbeck e Sturridge, autore di una stagione da favola al Liverpool. Molto solido anche il centrocampo, affidato ai piedi esperti ed educati di due senatori come Gerrard e Lampard e giovani dal futuro luminoso come Lallana, Wilshere e Sterling.

I PUNTI DEBOLI

In difesa l’Inghilterra non sembra avere la stessa affidabilità. Ha perso Terry, ritiratosi due anni fa dalla Nazionale dopo le infamanti accuse di razzismo che gli causarono la perdita della fascia di capitano. Il leader difensivo è Cahill, ottimo calciatore del Chelsea ma vicino a lui manca un altro grande difensore. Lo stesso portiere Hart alterna grandi prestazioni ad errori da dilettante.

PRECEDENTI AI MONDIALI

L’Inghilterra ha avuto un rapporto particolare con i Mondiali. Gli inglesi ritenevano di essere gli inventori del calcio e quindi non ritennero opportuno mescolarsi con le altre Nazionali per dimostrare il proprio valore. L’Inghilterra infatti non partecipò ai primi tre Mondiali, ma il suo esordio avvenne nel 1950. Furono eliminati dalla Spagna, ed in quegli anni rimediarono brutte figure perdendo anche in malo modo diverse amichevoli con altre Nazionali. L’unico titolo iridato degli inglesi risale al 1966, il Mondiale giocato in casa. Rimase nella storia la finale Inghilterra-Germania Ovest per il primo gol fantasma del calcio. Dopo il 2-2 dei tempi regolamentari si andò ai supplementari. L’inglese Hurst scagliò un tiro che incocciò sotto la traversa, rimbalzò sulla linea e uscì. L’arbitro dopo un lungo conciliabolo col guardialinee assegnò il gol, la partita si concluse 4-2 per gli inglesi. Dopo di allora il miglior piazzamento fu il quarto posto ad Italia ’90.

Loading...
Loading...

1 COMMENT