Loading...

Arrigo Sacchi: “Che vergogna l’Inter del Triplete formata interamente da stranieri”

0
392
Arrigo Sacchi
Loading...
Loading...

Arrigo Sacchi

Arrigo Sacchi ha rilasciato una intervista a Gazzetta TV che sta facendo molto discutere. L’ex ct della nazionale, nonché del Milan, di cui rivoluzionò il gioco negli anni 80′ portandolo ad esprimersi a livelli eccellenti grazie ad interpreti d’eccezione quali Van Basten, Gullit e Rijkaard, in questa intervista a proposito del Triplete dell’Inter nel 2010 così si è espresso: “L’Inter del Triplete era interamente formata da stranieri. Che vergogna… Pur di vincere siamo disposti a vendere l’anima al diavolo. Questa Juventus è cresciuta tantissimo, mi auguro che vinca la Champions League. Ha ridato luce al calcio italiano“. L’ex allenatore del MIlan a causa del vespaio di polemiche suscitate dalle sue dichiarazioni, è voluto tornare quindi sulle sua affermazioni che evidentemente sono state fraintese: “Non ce l’avevo con l’Inter ne’ con quei calciatori a cui porto grande rispetto. La vergogna è per il nostro calcio, che continua a sostenere la moda esterofila. A Madrid si lamentano se, nonostante i tanti campioni, non si fanno giocare i ragazzi spagnoli della cantera. In certi paesi hanno ridotto gli investimenti esteri, da noi invece sono aumentati e ciò non fa bene alla Nazionale“. Insomma il discorso di Sacchi riguardava l’impoverimento tecnico del calcio italiano che a differenza di altri paesi, Spagna su tutti, non punta quasi mai sulle giovani promesse del vivaio che invece potrebbero far crescere il livello qualitativo del nostro calcio.

 

Certo non si cresce dall’oggi al domani, ci sarebbe bisogno di una opportuna programmazione ma il nostro calcio all’insegna del tutto e subito, preferisce ingaggiare il campione “stagionato” sul viale del tramonto invece di scommettere su qualche giovane promettente. Ed i risultati, basta scorrere il ranking Fifa, che riflettono questo atteggiamento, sono sotto gli occhi di tutti.

Loading...
Loading...