Loading...

Finale Champions Juventus-Barcellona: i “pronostici” di Thuram e Simeone

0
395
sorteggi quarti di finale Champions League
Loading...
Loading...

Champions League

Lilian Thuram, ha giocato nella Juventus dal 2001 al 2006, ed è rimasto legato ad alcuni calciatori bianconeri, in particolare a Gigi Buffon, che oltre ad essere stato un suo compagno di squadra, è un suo grande amico. Il francese, intervistato da Mundo Deportivo, ha voluto dire la sua sulla finale di Champions Juventus-Barcellona che si disputerà il 6 giugno prossimo: “Stili differenti a confronto. Al Barcellona piace avere il controllo del gioco, della palla. La Juve si concentra sull’intensità di gioco, l’ordine difensivo e aspetta il momento giusto per colpire. Per la Juve non è importante tenere la palla, ma segnare un gol in più“. A proposito di Buffon sottolinea come il portierone bianconero con la sua voglia di vincere darà la carica a tutti i suoi compagni: “Io e Buffon? Siamo amici dai tempi di Parma. Gigi sarà al 200%, vuole vincerla. Buffon è fantastico, è tornato ad un livello top. E’ un grande e mi piacerebbe davvero che tornasse a vincere la Champions in futuro, nella sua carriera“. D’altronde il cuore di Thuram è diviso a metà perché è rimasto in amicizia anche con alcuni calciatori del Barcellona, il club a cui fu ceduto proprio nel 2006. Anche Simeone, vecchia conoscenza del calcio italiano, ha voluto fare un pronostico sulla finale di Champions che si disputerà il 6 giuno prossimo a Berlino. La sua previsione nell’intervista ad Onda Cero spiazza un  po’ tutti. “La Juventus è una squadra che conosce le Coppe e affrontarla in queste situazioni non è facile”. Ed ancora lui che conosce bene i bianconeri per averli battuti nel girone di Champions con l’Atletico ha aggiunto: “Ho sempre detto che se la Juve fosse andata avanti bisognava fare attenzione. E’ un po’ come l’Italia ai Mondiali, la gente pensa che va avanti anche per un po’ di fortuna, ma intanto c’è sempre e a quel punto può vincere. Quella bianconera è una squadra che ha tanti calciatori che giocano bene e che da anni lavorano per la Champions. Non direi per nulla che il Barcellona è favorito“.

 

Insomma ci sono tutti i presupposti perché a Berlino il 6 giugno prossimo si possa assistere a una bella gara che vede contrapporsi il calcio spumeggiante del Barca tutto votato all’attacco grazie ai suoi solisti e quello della Juventus più pragmatico e disciplinato tatticamente.

Loading...
Loading...