Loading...

Finale Champions Juventus-Barcellona: come fermare Messi, Neymar e Suarez

0
454
Juventus
Loading...
Loading...

Juventus.-Barcellona

Sabato 6 giugno la Juventus affronta il Barcellona nella finale di Champions. Nessuno ad inizio di stagione avrebbe pronosticato i bianconeri in finale nella più importante competizione europea. In effetti la prima stagione di Massimiliano Allegri in bianconero è stata davvero lusinghiera. Tuttavia in finale il club bianconero affronta la squadra più forte del mondo. Basti solo pensare ad alcuni numeri che l’artiglieria pesante dei blaugrana può schierare in attacco: Messi ha totalizzato 58 gol in questa stagione, Neymar 38 e Suarez 24. Questo match offre anche come suol dirsi corsi e ricorsi storici. Intanto Chiellini si troverà di nuovo davanti Suarez dopo l’episodio del morso da parte dell’uruguayano nel match con la sua nazionale contro l’Italia ai Mondiali in Brasile nel 2014. A causa della squalifica che gli è stata inflitta la sua stagione è iniziata soltanto il 25 ottobre. A proposito di questo episodio Chiellini ai microfoni di Sky Sport getta acqua sul fuoco: “Per me davvero è finito tutto, sarà come preparare la partita con il Real Madrid dove abbiamo affrontato campioni come Bale o Benzema o Ronaldo, non ci sarà nessuna differenza e penso che anche da parte sua sia ormai un episodio archiviato“. Ed a proposito del tridente d’attacco del Barca così si esprime: “Neymar è già tanto forte ma Messi penso che sia un gradino sopra a tutti i giocatori di calcio. Bisognerà essere bravi a non concedergli spazi dove possono essere micidiali e sfruttando al meglio le loro enormi qualità“. A fargli eco è Leonardo Bonucci che in una intervista rilasciata a Tuttosport ha detto di non farsi intimidire da questi avversari nonostante la loro eccellenza: “Quando uscirà il film su Messi andrò a vederlo. E’ il bello del calcio. Ma non sarà soltanto Bonucci contro Messi o Chiellini contro Suarez, sarà una partita da giocare in undici in fase difensiva e in undici in fase offensiva. Adesso è importante provare sul campo una fase difensiva perfetta, poi loro davanti hanno individualità mostruose, ma con l’aiuto di tutti quanti, a partire dagli attaccanti, come spesso è successo in queste stagioni, riusciremo a fermare il tridente blaugrana e gli altri grandi giocatori che ha il Barcellona“.

 

Insomma la Juventus vuole anche ribaltare i pronostici che la danno sfavorita nella finale contro il Barca, d’altronde ad inizio d’anno chi avrebbe detto che la Juve sarebbe arrivata in finale di Champions?

Loading...
Loading...