Loading...

Addio a Ciro Esposito, oggi i funerali: adesso paghino tutti i colpevoli

0
436
Addio a Ciro Esposito, oggi i funerali: adesso paghino tutti i colpevoli
Loading...
Loading...

Il sindaco di Napoli Luigi De Magistris oggi ha indetto il lutto cittadino per la morte di Ciro Esposito, i cui funerali si terranno oggi alle 16.30 a Scampia. Prevista la partecipazione di circa 10.000 persone, tra cui anche il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis. La famiglia Esposito ancora una volta ha invitato chiunque a desistere da atti di violenza nel nome di Ciro, dopodiché si è trincerata dietro un muro di dolore e di silenzio intriso di grandissima dignità.

Addio a Ciro Esposito, oggi i funerali: adesso paghino tutti i colpevoli

Non è il momento della vendetta, ma sicuramente è il momento della giustizia. Ora, tutti coloro che hanno causato la morte di Ciro, devono pagare il conto. A partire da Daniele De Santis, detto “Gastone”. Sottoposto a DASPO e pluripregiudicato, non nuovo a certe “imprese”. Più volte coinvolto in tafferugli e scontri fuori gli stadi, fu anche protagonista del rinvio di quel Roma-Lazio del 2004 per la presunta morte di un bambino, notizia totalmente falsa.

Ebbene le istituzioni e le forze dell’ordine dovranno spiegare perché un personaggio così pericoloso girava liberamente con una pistola in tasca. Non ci doveva essere massima allerta con quattro tifoserie calde come quelle di Napoli, Fiorentina, Roma e Lazio che confluivano in una sola città? E perché la tifoseria partenopea è stata fatta transitare a Tor di Quinto, una vera roccaforte del tifo ultrà giallorosso? E perché, come hanno affermato tantissimi testimoni, i tifosi napoletani erano praticamente privi di scorta della polizia?

Tutte domande al momento senza risposta. Le istituzioni hanno garantito che le cose cambieranno. Ad oggi 27 giugno, a quasi due mesi da quei tragici scontri, non è cambiato assolutamente nulla. Il prefetto ed il questore di Roma, che avrebbero dovuto garantire la sicurezza durante la finale di coppa Italia, sono lì, attaccati alle loro poltrone. E’ ora di finire con gli scaricabarile, è ora di finire di proteggersi a vicenda. Qui si parla di una giovane vita spezzata per la furia, la follia e la violenza di un branco di teppisti repressi e criminali scalmanati che usano il calcio per sfogare le loro frustrazioni. Chi è stato colpevole della morte di Ciro ora dovrà pagare. Non vendetta, semplicemente giustizia. Lo dobbiamo ad un ragazzo morto senza un motivo, la cui unica colpa è di essersi trovato al posto sbagliato nel momento sbagliato.

Loading...
Loading...