Loading...

Salute, Ema: via libera al vaccino contro la malaria

0
Loading...
Loading...

Zanzara Malaria

L’Agenzia Europea dei medicinali (Ema) ha dato il suo parere scientifico positivo sul primo vaccino realizzato contro la malaria, il Mosquirix, che risulta efficace anche contro l’epatite B. Questo vaccino sviluppato dalla casa farmaceutica GlaxoSmithKline, è stato pensato per poter essere utilizzato in aree del mondo dove la malaria è endemica, nell’Africa sub-sahariana in particolare. In sostanza la GlaxoSmithKline non trarrà profitto dalla sua commercializzazione perché verrà destinato ai bambini africani di età compresa tra le 6 settimane di vita e i 17 mesi. La malaria che è trasmessa dal plasmodio (plasmodio falciparum) utilizza quale vettore la zanzara anofele che lo introduce nel sangue dell’ospite con una puntura, colpisce 200 milioni di persone ogni anno, e nel solo 2013 ha fatto oltre 580.000 morti. Per l’80% le infezioni riguardano i bambini sotto i 5 anni. Per la messa a punto di questo vaccino ci sono voluti 30 anni di ricerca. Le sperimentazioni effettuate finora sono state incoraggianti, anche se i risultati ottenuti sono stati meno lusinghieri rispetto a quanto ci si aspettava, per cui entro fine anno dovrà pronunciarsi anche l’Organizzazione Mondiale della Sanità che dovrà fornire indicazioni sul suo impiego.

 

In particolare il vaccino è stato sperimentato in 7 paesi africani (Burkina Faso, Gabon, Ghana, Kenya, Malawi, Mozambico e Tanzania),e si è mostrato efficace nel prevenire la malaria nel 56% dei bambini di età compresa tra i 7 e i 17 mesi.

Loading...
Loading...