Loading...

Salute, anziani e animali da compagnia: tra gli over 65 il 39% ne ha uno

0
441
Cane
Loading...
Loading...

Anziani animali da compagnia

Stando ai dati dell’Osservatorio di FederAnziani Senior Italia che ha tracciato il rapporto tra anziani ed animali domerstici emerge che il 39% degli over 65 (2,1 milioni di persone) ha un animale domestico e spende circa 800 euro per tutte le cure di chi ha bisogno. Per il 93% quella degli amici a 4 zampe è una compagnia importante. L’indagine ha riguardato un campione di 5.790 over 65. Nove su dieci degli anziani intervistati che hanno dichiarato di possedere un animale domestico hanno un cane (54%) o un gatto (33%). Uno su due degli intervistati dichiara che l’animale domestico ha anche una valenza sociale nel senso che avere un animale di compagnia dà occasioni di uscire di casa e quindi aumenta anche la possibilità di avere contatti con altre persone. L’80% ha dichiarato di portare il cane a passeggio ogni giorno, l’85% lo porta regolarmente dal veterinario. Per quanto riguarda le vacanze il 38% del campione intervistato ha dichiarato che li porta con sè in vacanza, la metà invece li affida alle cure di parenti e amici, il 12% in strutture dedicate, mentre il 20% ha rinunciato alle vacanze perché la struttura di destinazione non accettava animali domestici. Roberto Messina, Presidente di FederAnziani Senior Italia così commenta questi dati: “L’indagine evidenzia l’enorme importanza della compagnia degli animali domestici per gli over 65. Un’importanza che è altrettanto elevata per l’SSN. Proprio FederAnziani, attraverso il suo centro studi, ha stimato che il possesso di un animale domestico, unito ad una corretta alimentazione, produrrebbe 4mld di euro di risparmi annuali per il Ssn nella gestione delle malattie croniche (ipertensione, diabete, depressione).

 

L’attività fisica legata al possesso di un animale, infatti, contribuisce alla prevenzione e al contrasto delle patologie metaboliche, mentre la sola presenza di un animale da compagnia contribuisce alla riduzione dell’ipertensione oltre a rappresentare, soprattutto per gli anziani soli, un efficace mezzo di contrasto della solitudine e della depressione che spesso si associa ad essa“.

Loading...
Loading...