Loading...

Beppe Grillo ci ripensa: si alle parlamentarie

0
514
Beppe Grillo
Loading...
Loading...

Beppe Grillo

A quanto pare Beppe Grillo pare averci ripensato. Durante il meetup di Brescia il leader del movimento pentastellato aveva dichiarato di voler abbandonare le “parlamentarie”. In un post sul suo blog invece così ha dichiarato: “La selezione dei candidati per le prossime elezioni politiche, che si spera arrivino quanto prima per la salvezza dell’Italia, manterrà’ lo stesso metodo di quelle del 2013″. Grillo poi chiarisce che i criteri di selezione saranno quelli che hanno portato alla ribalta il suo movimento, ovvero esalta questa scelta dal basso che avviene attraverso la Rete, strumento democratico per eccellenza, contrapponendosi al vecchio modo di fare politica. “Cittadini incensurati scelti da cittadini attraverso la Rete, cittadini con non piu’ di un mandato elettorale. Per i dettagli si puo’ consultare il regolamento. Nel M5S non vengono “imbarcati” condannati ne’ politici di professione che portano in dote voti di scambio. Non ci sono nomine dall’alto da parte di un segretario di partito che decide per tutti, ma soltanto cittadini eletti da cittadini che si impegnano in politica per dovere civico“.  Grillo ha rimandato a un post del 1 diembre del 2012 riguardo ai criteri di selezione delle candidature scelti dal movimento pentasetellato: “1.400 candidati parteciperanno la prossima settimana alle elezioni on line del MoVimento 5 Stelle. Tutti coloro che hanno accettato la candidatura si sono in precedenza presentati alle elezioni comunali o regionali per il M5S, non hanno precedenti penali, non sono in carica come sindaci o consiglieri, non hanno fatto due mandati“.

 

Il comico genovese si è dichiarato sicuro che il M5s otterrà degli ottimi risultati con le prossime  elezioni amministrative per eleggere il sindaco di Milano, Torino e Napoli. Insomma il movimento di Beppe Grillo continua a godere di largo credito presso molti elettori perché ha intercettato un diffuso malcontento nei confronti della politica tradizionale.

Loading...
Loading...