Loading...

Salute, infarto: far l’amore non mette a rischio il cuore

0
321
Cuore Infarto
Loading...
Loading...

Cuore Infarto

Sesso e infarto non sono termini inconciliabili. Stando a una ricerca condotta dall’Istituto di Epidemiologia presso Università di Ulm, in Germania, chi ha subito un infarto, se non è stato molto esteso e non ha ridotto di molto la contrattilità del muscolo cardiaco, può riprendere una normale attività sessuale. Gli esperti hanno preso in esame un campione di 536 pazienti affetti da patologie cardiache, di età compresa tra i 30 e i 70 anni, e hanno valutato l’incidenza dei rapporti sessuali nei 12 mesi precedenti l’attacco cardiaco. I ricercatori hanno seguito i pazienti colpiti da un attacco cardiaco per 10 anni. In questo periodo di tempo si sono verificati 100 aventi cardiovascolari avversi. Tuttavia non sono riconducibili ad aver avuto rapporti prima dell’infarto. Riguardo infatti alle tempistiche dell’insorgenza dell’attacco di cuore è risultato: solo lo 0,7% aveva avuto un rapporto prima di un’ora dall’infarto, mentre oltre il 78% aveva avuto un rapporto non più di 24 ore prima dell’attacco cardiaco.

 

Sostanzialmente per i ricercatori quindi l’attività sessuale non rappresenta un fattore di rischio riguardo a successivi eventi vascolari avversi, questo perché avere un rapporto è paragonabile allo stesso dispendio di energie derivanti dal praticare una modesta attività fisica. Per fare un esempio è paragonabile a salire due piani di scale o a fare una  camminata veloce. Lo studio è stao pubblicato su Journal of American College of Cardiology.

Loading...
Loading...