Loading...

Grande Fratello, Sallie Axl, ex gieffina racconta: “Dopo l’aborto mi hanno dato il feto in una busta di plastica”

0
411
Loading...
Loading...

Sallie Axl, è una modella e una ex concorente del Grande Fratello nell’edizione inglese del 2013. La giovane ha raccontato una spiacevole vicenda che l’ha toccata nel profondo: ricoverata al St Mary’s Hospital di Manchester dopo un aborto spontaneo è stata rimandata a casa con il corpicino del figlio in una scatola infilata in una busta di plastica. Insomma al dolore straziante e indicibile per la perdita del figlio si è aggiunto anche la mancanza di umanità dimostrata dal personale medico e infermieristico. Il post della donna è stato ripreso dal Daily Mail: “Il mio bambino morto è stato trattato e mi è stato consegnato come un take-away. Questa è la prima volta che riesco a parlare del mio calvario”. Ed ancora: “Sono stata trasportata in ospedale per un aborto spontaneo durante il quale ho perso il mio angelo: in ospedale il mio bambino non è stato rimosso e ho contratto un’infezione che mi ha causato un’emorragia che mi ha fatto perdere il 40% del mio sangue”. Infine sottolinea la mancanza di umanità da parte dei sanitari: “Non c’era compassione nel personale che si rivolgeva al mio bambino come fosse un oggetto. Tutto questo non dovrebbe accadere a nessuna donna che perde il proprio bambino!

 

Non dovevano farmi portare via il mio bimbo in un sacchetto di plastica! Per favore, fermate questa pratica negli ospedali. Tutto ciò mi ha quasi rovinato la vita. Il servizio sanitario nazionale si dovrebbe vergognare!“. Sallie sui social ha postato anche la foto del sacchetto in cui sarebbero stati messi i resti del feto dopo l’aborto spontaneo.

Loading...
Loading...