Loading...

Daraprim, farmaco rincarato: l’azienda dopo le polemiche ci ripensa

0
491
Farmaco ritirato
Loading...
Loading...
Farmaci
Martin Shkreli
, il giovane imprenditore americano, che ha deciso di aumentare del 5500% il costo di un farmaco contro la toxoplasmosi, ha sollevato una polemica furiosa negli Stati Uniti. Da un giorno all’altro il farmaco utilizzato dai pazienti immunodepressi (ad esempio dai malati di Aids), è passato da 13,5 dollari a pillola a 750 dollari a pillola. Insomma si è trattato di un aumento ingiustificato legato soltanto a ragioni di businnes. Il Ceo 32enne di Turing Pharmaceuticals, visto il polverone sollevato non soltanto mediatico con la concreta possibilità che gli voltassero le spalle anche i gruppi delle grandi aziende farmaceutiche in Usa, vere e proprie lobby, in una intervista ha dichiarato che abbasserà il costo di questo farmaco antiparassitario anche se non ha specificato di quanto.
In particolare la Phrma (Pharmaceutical Research and Manufacturers of America) ha twittato che la Turing “non rappresenta i valori delle compagnie associate“.
Queste le parole dell’impenditore: “Abbiamo deciso di abbassare il prezzo di Daraprim al punto che sia più accessibile e consenta all’azienda di fare un profitto, anche se un profitto molto piccolo“.
Loading...
Loading...