Loading...

Renzi, la proposta della discordia: canone Rai in bolletta per combattere l’evasione fiscale?

0
456
Televisione cervello
Loading...
Loading...

Canone Rai

La proposta di Matteo Renzi alla trasmissione In mezz’ora condotta da Lucia Annunziata, di far pagare un po’ di meno il canone Rai (100 euro al posto di 113) nelle bollette dell’elettricità ha suscitato molte polemiche. Il motto del premier stavolta è “Chi è onesto paga meno” ma il meccanismo con cui dovrebbe avvenire questo pagamento ha sollevato molti pareri contrari. Stando alla lettera quindi chi non paga si vedrebbe staccato l’utenza elettrica. D’altronde il principio di fondo non appare condivisibile: perché pagare tutti significherebbe comprendere anche chi non ha un apperecchio televisivo (che poi è questo il presupposto per esigere il pagamento del canone) ed anche sotto il profilo costituzionale l’idea di Renzi mostra i fianchi. Il presidente di Assoeletrica Chicco Testa così ha commentato: “Il canone Rai nella bolletta elettrica è una operazione impossibile. Non tutti i possessori di un televisore sono possessori di un contratto elettrico e non tutti i possessori di un contratto elettrico sono possessori di un televisore. Sbagliato riversare sui produttori di energia elettrica il compito di recuperare il canone per la Rai, perché non ci compete“. Così ha commentato invece Alberto Airola in un post sul blog di Beppe Grillo. “Lo denunciammo già l’anno scorso questa cosa è illegittima. Non si può inserire una tassa per un certo scopo in un’altra“. A fargli eco è Matteo Salvini, il leader della Lega: “Mancava il canone Rai in bolletta. A parte che c’è gente che non ha la televisione, ma poi oggi il canone per la seconda casa ad esempio non lo paghi. Ma uno che ha l’utenza elettrica nella seconda casa, nel box, nel laboratorio?“. Sul piede di guerra anche le associazioni dei consumatori Federconsumatori e Adusbef:”Ribadiamo la netta contrarietà all’ipotesi di far pagare il canone tv in bolletta. Questo tributo va pagato con strumenti e modalità proprie. Non bisogna fare confusione e creare pericolosi pot-pourri in bolletta“. Ed ancora: “Soprattutto non si può e non si deve addebitare in bolletta il canone anche ai cittadini che il televisore non lo hanno proprio esigere il canone da chiunque abbia un’utenza elettrica ossia famiglie, imprese, uffici pubblici, condomini, pensionati, studenti e disoccupati, costituisce una evidente lesione di norme costituzionali ancora vigenti, che Federconsumatori ed Adusbef si riservano di impugnare davanti la Corte costituzionale”.

 

Insomma l’idea di Renzi sul canone Rai sulla bolletta elettrica scontenta trasversalmente un po’ tutti.

Loading...
Loading...