Loading...

Napoli-Fiorentina, info streaming e diretta tv: la storia, curiosità e aneddoti della partita

0
488
Loading...
Loading...

Napoli Fiorentina

Domenica 18 ottobre si gioca alle 15:00 Napoli-Fiorentina, match valido per l’ottava giornata di serie A. La partita sarà trasmessa in diretta tv su Mediaset Premium Calcio HD e Sky Calcio 1 HD. Per gli abbonati c’è la possibilità di seguire Napoli-Fiorentina in diretta streaming sulle applicazioni Sky Go e Premium Play tramite pc, tablet o smartphone.

Napoli-Fiorentina, una sfida dal profumo di scudetto

Forse è ancora presto per etichettare Napoli-Fiorentina come una sfida scudetto, ma una cosa è certa: le due squadre sono tra le più in forma del campionato e hanno sciorinato finora il gioco più bello e spettacolare della serie A. I viola sono meritatamente al primo posto, con 18 punti, frutto di sei vittorie ed una sola sconfitta. Gli azzurri sono sesti con 12 punti, pagano lo scotto di una partenza a rilento, ma hanno conquistato gli scalpi importanti di Juventus, Lazio e Milan. Al San Paolo sarà una sfida vibrante, che testerà le ambizioni, proclamate o sussurrate, di scudetto delle due squadre.

Napoli-Fiorentina: precedenti e numeri

Napoli-Fiorentina per 34 volte è terminata con il segno 1, mentre il segno 2 si è registrato 17 volte. 25 le X, segno che manca al San Paolo nella sfida tra le due squadre dal 2011. L’ultimo Napoli-Fiorentina si è concluso 3-0, con le reti di Hamsik, Mertens e Callejon. Il Napoli con 16 reti vanta il secondo miglior attacco del campionato dietro la Roma (17), con 7 reti al passivo. La Fiorentina ha 14 gol all’attivo e solo 4 al passivo, tutte fuori casa.

Napoli-Fiorentina, la storia ha voluto una data: 10/5/87

Nella mente dei tifosi napoletani è stampato un Napoli-Fiorentina, per la precisione quella del 10/5/87. Sì perché non è una data qualsiasi per i tifosi partenopei, in quella giornata il popolo azzurro festeggiava il suo primo scudetto nella storia. Nella curva B, covo storico del tifo azzurro, spuntò uno striscione che divenne leggendario negli anni successivi: “E la storia ha voluto una data: 10/5/87”.

Napoli-Fiorentina e quell’aneddoto legato allo scopone perso da Ferlaino

Il calcio è pieno di aneddoti, superstizioni e rituali, figuriamoci in una città scaramantica come Napoli. Leggenda vuole che Ferlaino era solito giocare a scopone prima delle partite degli azzurri: se vinceva avrebbe vinto anche il Napoli. Ebbene la sera prima della partita Napoli-Fiorentina, il 9 maggio 1987, in un ristorante organizzò uno scopone dopo-cena con la moglie, l’allenatore Ottavio Bianchi e Pierpaolo Marino. L’ingegnere perse quella sfida di scopone, ed in effetti il Napoli non andò oltre l’1-1. Ma fu un pareggio benedetto perché comunque permise al popolo azzurro di festeggiare il suo primo scudetto.

Napoli-Fiorentina ed il primo gol di Baggio in serie A

In quella famosa partita da segnalare un altro evento storico oltre allo scudetto azzurro, e cioè il primo gol in serie A di Roberto Baggio, un giovane di belle speranze che sarebbe poi diventato il “Maradona” del calcio italiano. Carnevale dopo un bellissimo scambio con Giordano portò il Napoli in vantaggio. Ma Baggio con una splendida punizione realizzò l’1-1 definitivo. Evidentemente, anche quel gol era un segno del destino di un altro numero 10 che illuminò il San Paolo con la sua classe abbagliante e cristallina.

CLICCA QUI >>> NAPOLI-FIORENTINA 1-1 (I GOL DI CARNEVALE E BAGGIO)

Napoli-Fiorentina 3-2: quando Baggio osò sfidare re Diego

Il San Paolo è uno stadio che evidentemente ha sempre accesso Baggio, il quale segnò una doppietta anche nella stagione 89/90. Un buon segno per il Napoli, poiché ogni volta che il Divin Codino segnava al San Paolo la formazione azzurra vinceva lo scudetto. E così fu anche in quella stagione, ma la partita si giocò a settembre. Al cospetto di re Diego, partito però dalla panchina, Baggio sigillò un gol da favola, scartandosi mezzo Napoli, portiere compreso e depositò in gol. Una rete simile a quella di Maradona contro l’Inghilterra a Messico ’86. Non contento Roby raddoppiò su un rigore procurato da lui stesso, quasi un atto di lesa maestà. Nella ripresa entrò Diego per restaurare il suo dominio, ma ancora freddo si permise anche di sbagliare un rigore. Poi l’onda d’urto partenopea travolse la Fiorentina con i gol di Renica, Careca e Corradini.

CLICCA QUI >>> NAPOLI-FIORENTINA 3-2

Loading...
Loading...