Loading...

Alzheimer e Parkinson: la cura potrebbe arrivare da un farmaco anti-asma

0
530
Cervello
Loading...
Loading...

Cervello

La storia della medicina è costellata di scoperte importanti di farmaci avvenute casualmente. Potrebbe, e ce lo auguriamo, essere così anche nell’ambito della ricerca condotta dall’Università Medica Paracelsus di Salisburgo. La speranza arriva da un farmaco anti-asma, il Montelukast, che potrebbe rivelarsi utile nel contrastare le patologie neurodegenerative quali Alzheimer e Parkinson. I riecrcatori sono arrivati a queste conclusioni dopo aver condotto un esperimento su topi di laboratorio. In pratica i ricercatori hanno posto una piattaforma in una vasca piena d’acqua in cui vi erano un gruppo di roditori anziani (con più di 20 mesi di età) e un gruppo di topolini giovani (4 mesi di vita circa). Ebbene i topi dovevano memorizzare la posizione della piattafrma per potercisi arrampicare. Se in un primo momento i topi giovani, com’è nell’ordine delle cose risultavano avvantaggiati, dopo aver somministrato per 6 settimane il farmaco anti-asma Montelukast ai topi anziani, i margini di differenza tra i due gruppi si sono notevolmente ridotti. Nei topi anziani si sono rafforzate le capacità di apprendimento e di memoria grazie all’effetto antinfiammatorio svolto dal farmaco.

 

Tuttavia bisognerà attendere studi clinici molto più ampi per sapere se effettivamente questo farmaco per l’asma possa essere utilizzato anche per curare gravi patologie neurodegenerative quali Alzheimer e Parkinson. La ricerca è stata pubblicata su Nature Communications.

Loading...
Loading...