Loading...

Lecce, la grata fallica è un simbolo che racconta la storia della città: il Comune la ripristina

0
495
Grata Fallica
Loading...
Loading...

Grata Fallica

Alla finestra del civico 22 di via Palmieri a Lecce c’è una grata dalla forma curiosa che ricorda un fallo. Ora qualche giorno fa è sta rimossa suscitando un vespaio di polemiche. La grata in effetti è anche un simbolo della memoria collettiva, di una Lecce segreta di tanto tempo fa che comunque merita di essere conosciuta. Fino all’entrata in vigore della legge Merlin nell’anno 1958 era stata una casa di tolleranzamolto frequentata. La grata era stata sostituita dalla proprietaria qualche giorno fa, stanca probabilmente dello sguardo continuo dei curiosi e dell’andirivieni dei turisti che facevano tappa obbligata in questo quartiere del centro storico. La rimozione tuttavia non era stata autorizzata dal Comune di Lecce. Così’ in particolare ha commentato  Andrea Guido, assessore alle Poltiche ambientali del Comune: “Al di là del fatto che esistono regole precise da rispettare per quanti intendono operare interventi di questo genere nel centro storico come, ad esempio, gli obblighi inerenti il testo unico e i regolamenti comunali,
mi fa piacere rilevare come la faccenda della grata fallica abbia coinvolto un po’ tutti i leccesi che, come me, hanno a cuore ogni leggenda e ogni storia nata tra le vie del borgo antico. Fanno parte del nostro patrimonio storico culturale e per questo motivo sono convinto che occorre salvaguardare ogni cosa che possa testimoniarle e tramandarle nel tempo, ivi compresa la grata di Via Palmieri“.

 

Insomma viene anche in mente via del Campo a Genova celebrata in una canzone di Fabrizio De Andrè. Indubbiamente la memoria va preservata e tramandata perché anche anche queste sono vestigia che raccontano del nostro passato.

Loading...
Loading...