Loading...

Pino Daniele: ecco il ricordo commosso un anno fa di Napoli che cantava “Napul è” alla stazione

0
430
Pino Daniele autopsia
Loading...
Loading...

Pino Daniele autopsia

Il 4 gennaio 2015 moriva Pino Daniele, e con lui se ne andava un pezzo di Napoli, quella Napoli tanto amata dal cantante che ha dedicato alla sua città un’intera carriera. A distanza di un anno il ricordo di Pino Daniele è più forte che mai, non c’è strada, vicolo o quartiere della città dove ogni giorno non risuoni una canzone del cantante partenopeo. Numerosissimi i tributi spontanei che i napoletani vollero dedicare a Pino Daniele, ma forse uno dei più belli e commovente riguarda l’episodio che si verificò alla stazione della metropolitana di Piazza Garibaldi, nel cuore di Napoli. L’altoparlante mandò ad alto volume “Napul è”, forse la canzone più bella di Pino Daniele, che racchiude tutte le contraddizioni, i pregi ed i difetti della città campana. Improvvisamente tutti i presenti iniziarono a cantare all’unisono. Niente di preparato, nessun trucco, semplicemente un popolo intero che voleva salutare il suo idolo, colui che con tanto orgoglio aveva portato in giro per l’Italia e per il mondo non solo la musica napoletana, ma l’essenza di Napoli. Il boato e l’applauso alla stazione rappresentano uno dei tributi più belli per il cantante scomparso.

 

Verace e sanguigno, Pino Daniele, a cui è stato dedicato il Capodanno 2016 a Piazza Plebiscito, era grandissimo amico di Massimo Troisi perché erano la faccia della stessa medaglia, la faccia di una Napoli ferita e sofferente, ma pur sempre viva, solare, pulita e con tanta voglia di gioire tra mille difficoltà.

CLICCA QUI >>> TRIBUTO ALLA STAZIONE DI NAPOLI A PINO DANIELE

 

Loading...
Loading...