Loading...

Google: droni per connettività a banda larghissima, al via il progetto Skybender

0
Loading...
Loading...

Drone

Secondo quanto anticipato dall’autorevole tabloid “The Guardian” dal sodalizio FacebookAmazonGoogle, che si è fatto sempre più intenso negli ultimi tempi, sarebbero in arrivo velivoli senza pilota alimentati da energia solare e capaci di garantire connessioni ultraveloci sfruttando onde radio ad altissima frequenza. Il progetto denominato Skybender, in altre parole, starebbe testando una tecnologia in grado di trasmettere dati a una velocità quaranta volte maggiore rispetto a quella assicurata dalle reti 4G, ponendo le basi per sviluppo più accelerato dei network mobili di quinta generazione. Altra anticipazione che fa il Guardian si riferisce ai test che il colosso californiano starebbe portando avanti. Per gli esperimenti, infatti, Google avrebbe affittato a mille dollari al giorno un mega hangar di proprietà di Virgin Galactic (la divisione di Virgin dedicata alle tecnologie aerospaziali) presso lo Spaceport America in New Mexico e speso 300mila dollari per l’installazione di tutta l’apparecchiatura necessaria agli ingegneri per saggiare le prestazioni delle cosiddette “onde millimetriche”, che rappresentano per molti il futuro della trasmissione dati. Continua il Guardian scrivendo che la società avrebbe stipulato un accordo con la Federal Communications Commission (Fcc) americana per continuare i test fino a tutto luglio prossimo.

 

Le varie attività legate a Skybender sarebbero sotto il pieno controllo della divisione Access, e quindi il gruppo di lavoro che in Google gestisce i palloni aerostatici del Project Loon, anch’essi sviluppati per facilitare l’accesso alla Rete nelle zone remote. Insomma la sfida per primeggiare nei sistemi di comunicazione senza fili è decisamente cominciata a suon di apparecchi tecnologici e droni volanti.

Loading...
Loading...