Loading...

Il caso del parroco che dona il suo rolex in cambio degli agnelli per i poveri

0
525
prete chiesa
Loading...
Loading...

prete chiesa

Don Antonio Tamoni, è vicario vescovile e parroco della cattedrale di Tempio Pausania, in Sardegna da 5 anni. Domenica scorsa al termine della Messa per aiutare le famiglie bisognose della sua parrocchia in vista della santa Pasqua ha messo all’asta un rolex. Il parroco ha raccontato che gli fu regalato quando venne ordinato sacerdote: “Il vescovo mi disse che non era bene che un sacerdote avesse un Rolex. Promisi, quindi, che se fosse aumentata la povertà lo avrei donato“. Ed in effetti è stato di parola, tuttavia in cambio non vuole soldi ma degli agnelli da donare ai poveri perché la carne non manchi sulle tavole delle famiglie più bisognose in occasione di questa festività. Al termine dell’omelia domenicale si sono presentati al parroco due giovani imprenditori locali che hanno offerto 20 agnelli. D’altronde a Tempio Pausania in appena 5 anni le famiglie che chiedono aiuti parrocchiali sono passate da 24 a 434. L’iniziativa ha suscitato delle polemiche con i suoi parrocchiani, mentre è stata apprezzata dagli atei. Sul piede di guerra in particolare sono scesi gli animalisti a cui così ha risposto Don Tamoni: “Dispiace tanto per gli animalisti, ma la Pasqua si celebra con l’agnello. Qui c’è gente che muore di fame, quando i pastori potranno campare con la quinoa io chiederò la quinoa. Io adoro gli animali, ma non si può pretendere di salvare gli agnelli uccidendo i pastori.

 

C’è anche qualche animalista che vorrebbe cuocere il prete e salvare l’agnello. Io sono nell’urgenza di raccogliere cibo, assistiamo più di 400 famiglie, non posso stare dietro a questi giochini”.

Loading...
Loading...