Loading...

V Giornata del Fiocchetto Lilla contro i disturbi alimentari per contrastare l’anoressia e la bulimia

0
512
anoressia salute
Loading...
Loading...

anoressia salute

Il 15 marzo 2016 si celebra la quinta Giornata del Fiocchetto Lilla che sensibilizza riguardo alle problematiche relative ai disturbi alimentari. In tutta Italia sono previste numerose iniziative per fare informazione corretta su questi temi. L’evento quest’anno è giunto alla sua quinta edizione. I disturbi del comportamento alimentare possono portare a una serie di disturbi per tutto l’organismo, andando a compromettere la salute cardiovascolare, gastrointestinale, endocrino, ematologico, scheletrico, sistema nervoso centrale, dermatologico. Basti solo pensare che uno dei disturbi alimentari più diffusi tra le ragazze, l’anoressia, va considerata la prima causa di morte fra le giovani dai 15 ai 25 anni. Chi soffre di questi disturbi (anoressia e bulimia) ha una percezione distorta della propria corporeità, ad esempio gli anoressici tendono avedersi grassi allo specchio quando in realtà sono magrissimi. Molto spesso chi è affetto da anoressia tende a negare il problema, il che produce il rifiuto delle cure. Inoltre stando a una recente ricerca condotta dallo psicologo John Toussaint della Charles Sturt University l’anoressia e la bulimia esprimerebbero due differenti atteggiamenti nei confronti del padre: nel primo caso smettere di mangiare sarebbe la risposta a chi ha un padre iperprotettivo, mentre la bulimia (mangiare fino a rimettere tutto con l’auto-vomito) rappresenta l’atteggiamento della donna che rifiuta l’affetto paterno.

 

Insomma il rifiuto dell’affetto paterno porterebbe le donne ad ingerire cibo senza controllo, da cui il senso di colpa e il tentativo di risolvere tutto col vomito auto-indotto in una spirale auto-distruttiva.

Loading...
Loading...