Loading...

Asl di Avellino, si facevano timbrare il cartellino dai colleghi e se ne andavano

0
511
ospedale 21enne muore per batterio killer
Loading...
Loading...

ospedale

Ventuno risultano gli indagati nell’ASl di Avellino. Il gip di Avellino ha emesso una ordinanza di sospensione a carico di 21 dipendenti , mentre nei confronti di 4 di loro sono scattati gli arresti domiciliari. Gli inquirenti stanno passando al setaccio il  ruolo avuto anche da altre 20 persone, tra medici, infermieri e dipendenti amministrativi. Stando a quanto emerso dalle indagini condotte dalla Squadra Mobile, alcuni impiegati erano soliti strisciare il badge per conto dei colleghi. Le indagini sono scattate un anno fa, ma è solo da pochi mesi che attraverso una telecamera nascosta gli inquirenti hanno potuto riprendere il sistema di registrazione delle presenze. In pratica vi erano dipendenti che firmavano per altri colleghi che si presentavano in ufficio soltanto per pochissimo tempo e poi ne uscivano da un ingresso secondario e vi ritornavano solo a fine turno solo per timbrare l’uscita. I dipendenti una volta fuori dall’ufficio si dedicavano a commissioni personali o a interminabili pause caffè. I 21 dipendenti dell’Asl di Avellino indagati per truffa aggravata ai danni dello Stato sono stati sospesi dal lavoro per 5 mesi. In particolare il gip sulla base degli elementi forniti dalla Squadra mobile della questura di Avellino, così tratteggia l’operato dei dipendenti dell’ASl irpina che sono definiti come: “strutturata organizzazione delinquenziale ai limiti della ravvisabilità di una vera e propria societas sceleris che lambisce l’associazione a delinquere“.

 

Il commissario straordinario dell’Asl di Avellino Mario Ferrante ha assicurato che quanto è stato accertato da questa indagine da parte degli inquirenti avrà un risvolto anche sul piano amministrativo: “Consegnerò tutti gli atti alla Corte dei Conti per verificare il danno erariale perche’ bisogna capire che oggi chi ha un posto nella pubblica amministrazione deve salvaguardarlo e comportarsi con lealta’ e correttezza“.

Loading...
Loading...