Loading...

Fosse Ardeatine, il presidente Mattarella ricorda quanto avvenne nel marzo del 1944

0
461
Sergio Mattarella Fosse Ardeatine
Loading...
Loading...

Sergio Mattarella Fosse Ardeatine

Furono 335 persone, tra civili e militari italiani ad essere fucilati il 24 marzo del 1944 dalle SS tedesche. Si tratta di una pagina buia della nostra storia che tuttavia non va dimenticata, perché il ricordo sia un monito per impedire che questa violenza cieca, sorda e barbarica dell’uomo contro l’uomo possa nuovamente ripetersi. Quest’anno ricorre il 72esimo anniversario dell’eccidio. I nostro presidente della Repubblica Sergio Mattarella si è recato a far visita al Mausoleo Ardeatino. “L’alleanza tra nazioni e popolo seppe battere l’odio nazista, razzista, antisemita e totalitario di cui questo luogo è simbolo doloroso” aveva commentato il presidente nella sua prima visita . “La stessa unità in Europa e nel mondo saprà battere chi vuole trascinarci in una nuova stagione di terrore“. Alla cerimonia hanno partecipato anche la Rosina Stame, la presidente dell’Anfim,l’associazione nazionale delle famiglie italiane dei martiri per la Patria e il Rabbino capo della Comunità ebraica di Roma, Riccardo Di Segni,

 

Si trattò di una vera e propria strage. Il luogo della tragedia fu una cava di pozzolana sulla via Ardeatina. Agli ordini del capitano Hass, le SS freddarono tutti con un colpo di pistola alla nuca per non “sprecare” troppe munizioni.

Loading...
Loading...