Loading...

Differenze di genere anche per gli antibiotici: ne vengono prescritti di più alle donne

0
511
Antibiotici
Loading...
Loading...

Antibiotici donne

Stando a uno studio condotto dall’infettivologa italiana Evelina Tacconelli attualmente presso l’università tedesca di Tubingen, vi sarebbe una disparità tra uomini e donne anche in fatto di antibiotici, in quanto per queste ultime vi sarebbe un maggior numero di prescrizioni mediche di questi farmaci senza che però alla base vi sia una reale necessità. Lo studio che ha preso in esame oltre 44 milioni di individui sulla base di dati relativi a precedenti ricerche svolte in vari paesi, tra cui l’Italia, ha evidenziato che le donne hanno in media una probabilità maggiore del 27% rispetto agli uomini di ricevere una prescrizione per antibiotici; la probabilità arriva al 36% per donne di 16-34 anni; e del 40% per le donne di 35-54 anni. Gli antibiotici che maggioremente rimarcano queste differenze di genere sono le cefalosporine e i macrolidi comunemente usati per infezioni delle vie respiratorie. I dati sono invece sovrapponibili per quanto riguarda i chinoloni, usati per infezioni delle vie urinarie. In sostanza alla base di queste differenze intervengono fattori sociali e culturali, ad esempio le donne spesso hanno la necessità di guarire più in fretta in quanto lavorano sia in casa che fuori casa. In particolare così ha sottolineato Annalisa Pantosti responsabile del Reparto Malattie batteriche, respiratorie e sistemiche dell’Istituto Superiore di Sanità: “Ma alla base di tuttoresta la pericolosa percezione errata che gli antibiotici siano un farmaco miracoloso che fa guarire più rapidamente.

 

E spesso si ricorre al fai-da-te dimenticando che per le infezioni virali come l’influenza non vanno presi. Questo studio  è la dimostrazione di quanto sia importante la medicina di genere“. Lo studio è stato pubblicato sul Journal of Antimicrobial Chemotherapy.

Loading...
Loading...