Loading...

MicroVast, l’ultima frontiera della medicina: la capsula che cura le malattie cardiovascolari

0
490
Vasi sanguigni
Loading...
Loading...

Vasi sanguigni

Si chiama MicroVast la capsula italiana capace di eliminare le placche ateriosclerotiche mediante una piattaforma biorobotica che viene manovrata attraverso un software. La capsula quando si trova all’interno dei vasi sanguigni viene monitorata grazie agli ultrasuoni e e sprigiona particelle magnetiche e microbolle, attraverso cui vengono attaccate ed eliminate le placche ateriosclerotiche. Il progetto MicroVast è stato finanziato dalla Fondazione Pisa che ha stanziato 1,5 milioni di euro ed ha visto anche la collaborazione del CNR. Inoltre tale capsula miniaturizzata è utile sia sul versante diagnostico che terapeutico ed è in grado di rilasciare anche dosi di farmaci anti-infiammatori tramite supporti nano-strutturati. I ricercatori hanno spiegato che le placche vengono indebolite con gli ultrasuoni focalizzati mentre eventuali frammenti in circolo nel torrente sanguigno vengono recuperati tramite ancoraggio magnetico. Si tratta di una prospettiva di ricerca molto interesante se consideriamo che la formazione di un trombo può occludere un vaso sanguigno, determinando eventi cardiovascolari quali infarti e ictus.

 

Così in particolare ha dichiarato Paolo Dario, docente di Ingegneria Biomedica e direttore dell’Istituto di Biorobotica della Scuola Sant’Anna di Pisa:Abbiamo messo a punto una piattaforma robotica con due manipolatori, uno per navigazione e uno per la guida ultrasonica“. Il prossimo obiettivo della ricerca è di arrivare allo sviluppo di soluzioni utilizzabili nella pratica clinica.

Loading...
Loading...