Loading...

Parodontite, questa sconosciuta: l’importanza di lavarsi i denti ogni giorno

0
Loading...
Loading...

Dentista

Stando a una indagine promossa dalla Società Italiana di Parodontologia e Implantologia (SIdP) che sarà presentata in occasione della Giornata Europea della Parodontologia, il 12 maggio, emerge come gli italiani siano poco attenti alla salute dei loro denti. In particolare esiste una patologia specifica dei denti, la parodontite, che se trascurata o comunque non curata per tempo, può portare alla perdita dei denti stessi. Se ad esempio non ci si lava i denti, a 4 ore dal pasto su un solo singolo dente si sono già accumulati qualcosa come 1 miliardo di batteri che vanno a formare la placca batterica. Gli esperti hanno sottolineato che tenendo conto di un solo grammo di germi, pari a circa 100mila organismi, la placca batterica si moltiplica fino a 10 volte andando a creare una sorta di patina che può danneggiare il cavo orale. Tuttavia da questa indagine risulta che gli italiani sono pochi attenti a questi problemi. Ad esempio ben il 70% del campione preso in esame non sa cosa sia la parodontite, salvo poi correre ai ripari precipitandosi dal dentista quando il problema si manifesta. Ad esempio appena l’8% sa che è la stessa cosa della piorrea, che indica proprio la perdita dei denti. Inoltre risulta sempre da questo studio, che 4 italiani su 10 quando hanno un problema alle gengive che si presentano arrossate o infiammate o che tendono a sanguinare quando ci si lava i denti, preferiscono non andare dal dentista e aspettare che il disturbo passi da solo oppure intraprendono percorsi fai da te poco efficaci. D’altronde a detta degli esperti, sarebbe necessario promuovere delle campagne informative adeguate che sensibilizzino verso questo genere di problemi: ad esempio risulta che il 90% dei pazienti vorrebbe più informazioni e non è soddisfatto del proprio livello di conoscenza riguardo a come tenere in salute le gengive. Inoltre il 95% vorrebbe avere informazioni più chiare dal proprio dentista, il 77% da un ente qualificato e l’83% da siti internet autorevoli in materia. In questo senso il Ministero della Salute ha patrocinato una campagna informativa riguardante la malattia parodontale. Sul sito www.gengive.org  si possono trovare tutte le informazioni a riguardo per mantenere in buona salute le gengive e quindi i nostri denti.D’altronde negli ultimi anni vi sono stati progressi anche nell’ambito dell’odontoiatria: Stando infatti a uno studio condotto dall’Università di Sidney il ricorso alle otturazioni quando la carie ha già scavato una cavità del dente in realtà potrebbe essere evitato. Il processo carioso che impiega circa dai 4 agli 8 anni prima che dallo smalto (lo strato esterno dl dente) vada ad intaccare la dentina (lo strato interno). In particolare trattando i denti con uno smalto a base di fluoro è possibile ridurre la necessità di ricorrere all’otturazione del 30-50%. D’altronde la paradontite è un’infiammazione delle gengive, causata dai batteri della placca dentale. Recentemente La Società Italiana di Parodontologia e Implantologia (SIdP) con la collaborazione della EuropeanFederation of Periodontology (EFP), dell’American Academy of Periodontology(AAP) e dell’Asian Pacific Society of Periodontology (APSP), ha stilato delle regole da seguire per la prevenzione, la diagnosi e la cura delle malattie paradontali. Per questo motivo è stato stilato un decalogo per la salvaguardia dei denti. 1) Non fumare. 2) Assumere molta vitamina C con un’alimentazione a base di frutta e verdura. 3) Recarsi per un controllo dal dentista almeno un paio di volte all’anno. 4) Durante una visita dentistica eseguire il test PSR. 5) Qualora le gengive dovessero risultare infiammate, lavare i denti almeno 2 volte al giorno per una durata di 4 minuti.6) Lo spazzolino elettrico è preferibile a quello manuale.7) Per gengive e denti delicati scegliere appositi dentifrici. 8) Usare gli scovolini interdentali della grandezza adeguati ai nostri spazi al posto del filo. 9) Va bene usare un collutorio antiplacca, ma è meglio farsi consigliare dal medico in che modalità assumerlo. 10) Se le gengive sanguinano o sono arrossate recarsi subito da un dentista.

 

Insomma i nostri denti sono un bene prezioso, di cui ci dobbiamo prendere cura ogni giorno per evitare di andare incontro ai problemi descritti in questo articolo.

 

Loading...
Loading...