Loading...

Tragedia a Roma: madre uccide due figli con la mannaia poi si suicida

0
381
carabinieri
Loading...
Loading...

Napoli, bullismo in un autolavaggio: lacerano l'intestino di un 14enne perché grasso

Davanti agli occhi degli agenti del Commissariato Esquilino questo pomeriggio a Roma in un appartamento in via Carlo Felice, nel quartiere di San Giovanni, si è squadernato l’inferno: la madre, una marocchina di 42 anni giaceva riversa ormai priva di vita nella vasca da bagno con un profondo taglio alla gola, i figli morti di 3 e 9 anni in un’altra stanza e la figlia di 5 in condizioni gravissime ma ancora viva.

In base a quanto è stato fin qui possibile ricostruire da parte degli agenti pare che il marito della donna fosse stato ferito nella giornata di ieri al termine di un litigio, quindi l’uomo è andato a farsi medicare in ospedale (presentava una profonda ferita da taglio all’addome). L’uomo è stato sottoposto a un intervento chirurgico, dopo l’operazione ha raccontato ai carabinieri di essere stato asggredito in casa da uno sconosciuto che sarebbe fuggito dopo averlo accoltellato. In realtà secondo gli inquirenti sarebbe stato ferito dalla moglie, ma per non metterla nei guai con la giustizia avrebbe raccontato di un aggressore venuto da fuori.

La donna invece mentre il marito era all’ospedale, ha sfogato la sua ira sui figli, uccidendone 2 con una mannaia e ferendo gravemente la bimba di 5 anni, poi avrebbe tentato di impiccarsi con la cinta dell’asciugamano che non reggendo al peso della donna, si è spezzata provocando una ferita lacero-contusa al collo della stessa. Il delitto è maturato in un palazzo occupato da decenni da famiglie di immigrati. Si spera che almeno la piccola di 5 anni, che è ricoverata all’Ospedale San Giovanni con una profonda ferita alla gola, possa salvarsi.

Loading...
Loading...