Loading...

Higuain: “E’ stato De Laurentiis a spingermi ad andare via”

0
711
Gonzalo Higuain Juventus
Loading...
Loading...

Allo Juventus stadium Gonzalo Higuain si presenta finalmente ai suoi nuovi tifosi. L’attaccante argentino in conferenza stampa non si defila affatto quando gli vengono rivolte delle domande sul Napoli e De Laurentiis. In particolare il Pipita a proposito del rapporto con De Laurentiis, ha sottolineato che: “De Laurentiis? Andarmene è una mia scelta ma mi ha spinto lui a farla, ringrazio i tifosi e i miei compagni, De Laurentiis no. Non avevo più un rapporto con lui, non volevo stare più neanche un minuto con lui”. Insomma l’attaccante avrebbe lasciato perché il presidente non si è mosso sul mercato per mettergli a disposizione una squadra capace di lottare in campionato e Champions. Tuttavia non è dello stesso avviso Sarri, a cui Higuain in conferenza stampa ha rivolto delle scuse tardive per non averlo salutato: “La scelta è stata sua, perché l’offerta che gli è stata fatta da noi era in linea con ciò che poi gli è stato concesso altrove”. Higuain però adesso è un giocatore della Juve ed è pronto a misurarsi con nuovi obiettivi: “Per me è una gioia immensa, ancora non me ne rendo conto, spero si sfruttare questa occasione e di dimostrare che ne è valsa la pena. Nella vita bisogna fare delle scelte, non è stato facile, ma ho detto sì alla Juve perché è una società convinta di vincere e quindi può raggiungere qualsiasi traguardo, anche la Champions. Il Triplete deve essere un obiettivo per una squadra abituata a vincere, un sogno per cui dobbiamo lavorare duramente”. L’argentino ha scelto la maglia numero 9, che in passato è appartenuta ad Alvaro Morata. Tra gli idoli bianconeri del passato Higuain ha dichiarato di professare grande ammirazione per Del Piero. Tornando a Sarri, così si è espresso il tecnico dei partenopei al Corriere dello Sport riguardo alla cessione di Higuain: “Quando va via un calciatore di questo livello è normale che si registri il malcontento. Ma la stragrande maggioranza dei tifosi sono già oltre. Io ho colto grande entusiasmo intorno a noi e simpatia, forte, ad esempio, per Gabbiadini. La gente ci sta aiutando e certo noi abbiamo fatto l’impossibile, perché nel nostro ritiro ci sono sempre state le porte aperte.

 

È straordinario, ma anche faticoso, e non a caso alcuni club preferiscono fare sedute riservate o andare all’estero. Spero che questo venga apprezzato”.

Loading...
Loading...