Loading...

Un asteroide ha sfiorato la Terra: cosa sarebbe accaduto in caso di impatto?

0
Loading...
Loading...

La notte tra il 27 e il 28 agosto scorso un asteroide ha sfiorato la Terra. L’asterode in questione è stato denominato 2016 QA2. Alle ore 3.24 italiane è passato a circa 80.200 km dalla Terra, si è trattato  del passaggio più ravvicinato degli ultimi anni. Tale asteroide è stato scoperto soltanto poche ore prima dall’osservatorio amatoriale SONEAR in Brasile. Si tratta di uno dei 50 corpi celesti passati più vicino al nostro pianeta. La conferma dell’avvistamento  c’è stato anche da parte degli appassionati del Gruppo Astrofili Montelupo, guidai da Maura Tombelli. Così si è espressa l’esperta: “Nell’ambito del nostro programma osservativo sui NEA (Near-Earth asteroids), consultando la pagina del Minor Planet Center dell’Unione astronomica internazionale sugli oggetti da confermare, abbiamo visto questo asteroide di magnitudine 14 che avremmo potuto osservare tranquillamente anche noi. Solo che era nell’emisfero sud, allora abbiamo attivato il telescopio remoto MPC Q62 a Siding Spring, in Australia, a cui abbiamo possibilità di accedere e con il quale, appunto, abbiamo confermato l’asteroide 2016 QA2”. Ed ancora: “E’ un sasso di qualche decina di metri che se ci avesse preso, sarebbe stato non dico devastante, però dove cascava sicuramente faceva dei danni. Le misure effettuate serviranno per determinarne l’orbita precisa, per vedere se questo asteroide sarà pericoloso nel futuro”.

 

Nel caso di impatto con la Terra un corpo  celeste con 5 chilometri di diametro nell’oceano produrerebbe una sorta di Tsunami distruggendo gli insediamenti costieri e producendo miioni di morti. Nel caso in cui impattasse sul suolo il bilancio sarebbe ancora più grave: l’Europa scomparirebbe e si avvierebbe una mini-era glaciale.

Loading...
Loading...