Loading...

Leucemia mieloide acuta: Dna “non umano” nei pazienti

0
498
Infertilità
Loading...
Loading...

Da anni circolava l’ipotesi che la leucemia mieloide acuta potesse avere un’origine virale e batterica tuttavia mancava la conferma sperimentale. I ricercatori dell’Università statale di Milano e dell’ospedale Niguarda sono riusciti a individuare delle sequenze anomali “aliene” nelle cellule tumorali. In pratica gli studiosi si sono soffermati su una proteina specifica che dà luogo alla proliferazione cellulare incontrollata tipica del cancro. Dietro ogni proteina c’è un gene che la codifica per cui i  ricercatori sono andati alla ricerca dell’anomalia genetica presente nel Dna. Grazie a complesse tecniche di biologia molecolare sono riusciti ad individuare una variante dell’oncogene WNT10B. Secondo i ricercatori alla base di questa proliferazione incontrollata delle cellule che dà origine al processo tumorale potrebbe esserrci qualche virus: la sequenza anomala è stata trovata nel 56% dei pazienti a cui è stato analizzato il Dna.

 

La scoperta potrebe tornare a punto per la messa a punto di farmaci in grado di frenare questa proliferazione cellulare mediata dalla sequenza aliena. Lo studio è stao pubblicato su Scientific Reports.

Loading...
Loading...