Loading...

Conto deposito, una forma di investimento vantaggiosa e sicura

0
765
banca
Loading...
Loading...

Vista la crescente volatilità che si sta verificando negli ultimi mesi sui mercati finanziari, gli investitori sono alla ricerca di forme di investimento più sicure e meno rischiose. Tra queste uno dei migliori rifugi è quello dei conti di deposito.

Il conto deposito è uno strumento finanziario molto utile per mettere da parte i propri risparmi e cercare di farli fruttare nel breve e medio periodo. Il suo funzionamento è molto semplice per i piccoli investitori, soprattutto se confrontato con altre operazioni finanziarie. Inoltre ha un’esposizione al rischio davvero bassa.

Riprendiamo alcune indicazioni in merito al funzionamento e ai vantaggi di questa forma di investimento, come riportate dal sito Conto-Deposito.biz, una guida informativa sull’argomento che fornisce spiegazioni chiare e comprensibili anche ai non addetti ai lavori.

Il conto deposito non è altro che un conto che qualsiasi utente può aprire in una banca che offre questo servizio, depositando una cifra a sua scelta per un periodo limitato di tempo. Allo scadere del termine stabilito, l’utente riceverà il rimborso del capitale depositato, maggiorato di un tasso di interesse concordato al momento dell’adesione.

Per aprire un conto deposito è necessario disporre di conto corrente tradizionale, che serve come “appoggio” per il trasferimento del capitale.

Pur essendo simile ai conti correnti tradizionali, questo strumento non permette però di svolgere operazioni comuni come l’accredito dello stipendio o della pensione, l’invio o la ricezione di bonifici, operazioni a sportello e pagamenti tramite carta di credito o bancomat. Solamente tre operazioni sono possibili con un conto deposito: effettuare un versamento, prelevare da e verso il conto corrente collegato, vincolare la cifra scelta per un periodo stabilito.

L’aspetto fondamentale di questo strumento è infatti il deposito: la banca ottiene per un periodo di tempo certo una cifra di cui può disporre come vuole, con la consapevolezza che alla scadenza del vincolo dovrà restituirla, maggiorata di un tasso di interesse.

All’aumentare della durata del vincolo, cresce il tasso di interesse corrisposto dalla banca, che arriva anche a superare l’1% netto. Un tasso molto più conveniente rispetto ai conti correnti tradizionali o ai bot.

Gli interessi sono tassati al 26% (aliquota sul capital gain) e va ricordato che sui conti deposito deve essere applicata l’imposta di bollo. Si tratta di una tassa proporzionale, ed è pari allo 0,2% della cifra depositata.

Questa forma di risparmio è consigliata per chi non ha bisogno di utilizzare nel breve una determinata somma di denaro e vuole un ritorno sicuro senza rischi. Infatti il capitale investito è garantito fino a 100.000 euro anche in caso di fallimento della banca di deposito.

All’interno dell’Unione Europea tutte le banche – comprese quelle italiane e quelle straniere che operano in Italia – garantiscono infatti tutti i proprietari di un deposito fino a 100 mila euro. La normativa europea di riferimento è la Direttiva 2009/14/CE del Parlamento Europeo, poi recepita in Italia con un apposito Decreto Legislativo.

Lo strumento del conto deposito è quindi utile per chi non vuole rischiare investendo su mercati azionari rischiosi e soggetti alla volatilità del mercato, e costituisce una buona forma di investimento per chi vuole ottenere un ritorno garantito sul proprio capitale.

Loading...
Loading...