Loading...

Arriva l’ora degli pneumatici invernali, ecco cosa serve sapere

0
380
pneumatici gomme invernali
Loading...
Loading...

pneumatici gomme invernali

Da alcuni anni ormai il giorno 15 novembre è diventato la data di partenza definitiva delle prescrizioni sulla guida invernale in Italia: le indicazioni si concretizzano nel noto obbligo di montare gomme adatte alle temperature e ai fenomeni atmosferici tipici della stagione fredda, e più in generale servono ad assicurare il miglior livello di sicurezza per tutti gli utenti delle strade del nostro Paese. Ecco alcune informazioni utili e alcuni elementi di curiosità.

Occhio alle multe

Innanzitutto, partiamo dagli effetti concreti: gli automobilisti che nel periodo compreso tra il 15 novembre 2017 e il 15 aprile 2018 viaggeranno sui tratti interessati dall’obbligo senza rispettare le prescrizioni rischiano sanzioni pesanti. Le multe per chi non si adegua alla normativa (ovvero, circola con pneumatici non adatti o non possiede catene da neve da montare all’occorrenza) si espone a multe che vanno da 85 a 338 euro.

Una vasta scelta per gli pneumatici giusti

Tra i modelli di pneumatici che sono considerati a norma ci sono tutti quelli che riportano sulla spalla almeno il marchio M+S (sigla che in inglese sta per Mud e Snow, parole traducibili con Fango e Neve, e che si può trovare anche riportato come MS, M-S, M/S, M&S) o il più nuovo “pittogramma alpino” (che identifica le gomme pensate proprio per il clima rigido invernale) e, infine, le all season. Vale a dire, quindi, una grande fetta di esemplari in pratica di tutte le case produttrici, che è possibile acquistare anche online grazie alle piattaforme digitali come euroimportpneumatici.com, con tante offerte su brand come Firestone, Goodyear o Pirelli.

L’obbligo vale in tutta Italia

La norma interessa tutti i mezzi a quattro ruote e vale in quasi tutte le regioni d’Italia, quindi gli eventuali “furbetti” o i più distratti farebbero bene a prestare attenzione ai segnali stradali e alle news sulle prescrizioni diffuse dai vari enti gestori o proprietari delle strade italiane: lo scorso anno, i tratti interessati dall’obbligo furono più di duecento, con distribuzione ovviamente più concentrata al Nord Italia e nelle zone montuose, ma che non ha escluso i territori meridionali a rischio neve o gelate.

Col freddo prediligere la sicurezza

Ma perché scegliere le gomme invernali? A questo punto, la domanda sorge spontanea: ebbene, gli esperti spiegano che questi modelli sono progettati in maniera specifica per rispondere al meglio alle difficoltà del meteo invernale, dettate innanzitutto dal calo delle temperature che mette in crisi la mescola degli pneumatici “estivi”. Questi, infatti, cristallizzano e si induriscono già quando il termometro segna 7 gradi centigradi, diventando meno performanti e non offrendo le stesse caratteristiche delle condizioni di caldo normale.

Le caratteristiche delle gomme invernali

In più, gli pneumatici invernali possiedono un design specifico con lamelle speciali che garantiscono una tenuta di strada migliore e forniscono un’aderenza in caso di pioggia, ghiaccio e neve, più frequenti ovviamente con il freddo, contribuendo anche a espellere più velocemente l’acqua o la neve che si accumulano sulla strada. Insomma, caratteristiche utili per non dire provvidenziali, che inducono a consigliare anche a chi non abita espressamente in montagna di montare queste gomme particolari al momento opportuno.

I consigli sulla conservazione

C’è un altro argomento su cui soffermarci, ovvero la giusta conservazione del treno di pneumatici nel periodo in cui non vengono utilizzati: sono ancora gli esperti a suggerire di immagazzinare (quando e come possibile) le gomme all’interno di un luogo fresco, asciutto e moderatamente ventilato, scegliendo di preferenza uno spazio buio. Inoltre, se sono montate su cerchi bisogna conservare gli pneumatici ben gonfiati, cercando di limitare l’altezza delle pile per evitare eventuali deformazioni dei prodotti posti in basso.

Loading...
Loading...