Loading...

Euro addio, tra due anni si ritorna alla lira in Italia: la profezia di “The Guardian”

0
592
Euro addio, tra due anni si ritorna alla lira in Italia: la profezia di
Loading...
Loading...

Euro addio, tra due anni si ritorna alla lira in Italia: la profezia di "The Guardian"

“The Guardian”, illustre quotidiano progressista inglese, ha sentenziato l’imminente morte dell’euro, almeno in Italia. Il giornale annuncia che entro massimo due anni Roma tornerà ad avere una moneta propria, la lira, e per quanto fantasiosa l’ipotesi è tutt’altro che improbabile. La fotografia dell’Italia allo stato attuale è impietosa, e non c’è nulla che faccia pensare che ci possa essere una netta sterzata in positivo.

La crisi dilagante in Italia ha colpito tutti i settori dell’industria, il Pil è calato del 10% rispetto al periodo antecedente la crisi finanziaria. Nessun intervento è stato fatto per alleggerire la morsa delle tasse su imprenditori, commercianti ed artigiani. Anzi, le norme fiscali e le complicate leggi del lavoro intrise di ottusa burocrazia hanno gravato gli italiani di spese sempre più insostenibili. E’ aumentato tragicamente il numero dei suicidi a causa di fallimenti di imprenditori stritolati dai debiti.

Sostiene il “The Guardian” che la classe media italiana non aveva intenzione di uscire dall’euro, poiché i loro risparmi, le loro attività e le loro proprietà erano al sicuro. Così oggi non è, e anche lei si sente minacciata. In modo particolare è venuto meno il sostegno all’Italia promesso da Bruxelles e dalla Banca Centrale Europea.

Il quotidiano inglese punta il dito anche contro Mario Draghi, Presidente della Banca Centrale Europea, incapace di attuare una politica in grado di limitare i danni in Italia. L’articolo del “The Guardian” fa una chiusura che ha tutta l’aria di una sentenza che sancisce la morte dell’euro: “Non si possono commettere errori, un ritorno alla lira sarà doloroso. Eppure sembra che gli elettori siano disposti a contemplare questa possibilità per fermare la deriva dell’economia italiana”.

Loading...
Loading...