Loading...

Italia ai Mondiali 2018: c’è ancora una speranza

0
412
Italia Buffon Mondiali 2018 Italia
Loading...
Loading...

Italia Buffon Mondiali 2018 Italia

Per gli italiani che ancora non si rassegnano all’idea che al prossimo mondiale in Russia non ci sarà la nazionale, arriva in soccorso una remota possibilità che potrebbe vedere gli azzurri partecipare alla rassegna più importante per un calciatore. Si tratta dell’articolo 7 del regolamento ufficiale della Fifa, che prevede che: “Qualora un’associazione (delle 32 qualificate) si ritiri o sia esclusa dalla gara, il comitato organizzatore della FIFA deciderà sulla questione a propria discrezione e prenderà qualsiasi azione ritenuta necessaria. Il comitato organizzatore della FIFA può in particolare decidere di sostituire l’associazione in questione con un’altra associazione”. In questo senso esisye già un precedente che riguarda la Danimarca ripescata agli Europei del 1992 a seguito dell’esclusione della Jugolslavia per il conflitto nei Balcani. I danesi poi con grande sorpresa di tutti vinsero anche quell’Europeo.  Insomma l’unica possibiltà, che ovviamente però nessuno si augura che assuma concretezza, è che in uno dei Paesi partecipanti al Mondiale scoppino disordini, ad esempio per questioni sociali o una guerra. I paesi a rischio in questo senso sono la Corea del Sud, la Nigeria, l’Iran, l’Arabia Saudita, il Senegal, l’Egitto. Ma insomma venire ripescati in questo modo non avrebbe niente di onorevole. Va accettato per quanto amaro il verdetto del campo.

 

E è proprio da questa mancata qualificazione, il punto più basso raggiunto dal calcio italiano negli ultimi anni, da cui bisogna ripartire per rifondarlo.

Loading...
Loading...
SHARE
Previous articleAutunno: attenti ai capelli
Next articleItalia fuori dai Mondiali: chi potrebbe essere il nuovo tecnico?
Ideatore, fondatore e amministratore di News24web.it, un sito informativo che si propone l'obiettivo ambizioso di raccontare la contemporaneità. Il progetto vede la luce nell'aprile del 2014. Dottore in giurisprudenza, appassionato bibliofilo, cultore delle belle lettere. Vincitore di concorsi in ambito letterario, i suoi testi sono stati pubblicati in numerose riviste e antologie.