Loading...

La prof salva ragazzo in arresto cardiaco

0
210
mamma melanoma oculare
Loading...
Loading...

infezioni ospedaliere

Lorenzo è un ragazzo di Calerno di S.Ilario in provincia di Reggio Emilia, che sta trascorrendo con i suoi compagni di classe una giornata apparentemente come tante altre. Il giovane che frequenta l’Istituto tecnico di Montecchio, è assieme ai suoi compagni di classe nell’ora di ginnastica.  All’improvviso si accascia al suolo esanime. La sua professoressa che in passato aveva svolto dei corsi di rianimazione cardiopolmonare comprende subito la gravità della situazione: Lorenzo è stato colpito da un arresto cardiaco. La professoressa gli pratica un massaggio cardiaco, mentre gli altri chiamano i soccorsi. Il ragazzo viene trasportato in eliambulanza all’ospedale Maggiore di Parma.  Quel 16 ottobre scorso quando è stato portato in ospedale in condizioni di emergenza, è stato necessario utilizzare la circolazione extracorporea. I medici hanno scoperto che il ragazzo era affetto da una grave anomalia congenita che richiedeva un’intervento chirurgico immediato. Ad occuparsi dell’operazione è l’equipe dell’azienda ospedaliera di Parma univesitaria di Parma, con l’intervento del direttore della Cardiochirurgia pediatrica e dell’età evolutiva del Sant’Orsola Malpighi di Bologna. Dopo questi 57 lunghissimi e interminabili giorni passati nel reparto di terapia intensiva cardiochirurgica, Lorenzo finalmente è potuto tornare a casa dove potrà cominciare il percorso riabilitativo.

 

La mamma così ha espresso il ringraziamento per l’operato dei medici: “Medici e infermieri hanno svolto un lavoro impagabile, dimostrando attenzione professionale e umana. Ringrazio veramente tutti di cuore dall’istituzione scolastica a chi ci ha dimostrato affetto e vicinanza.

Loading...
Loading...