Loading...

Come risparmiare sugli elettrodomestici

0
Loading...
Loading...

lavatrice
Informarsi su internet

La prima cosa che dobbiamo fare per acquistare un elettrodomestico è quella di documentarci sulle proposte presenti sul mercato. Molti siti di vendita su internet presentano elenchi dettagliati delle caratteristiche dei vari modelli e prevedono griglie di comparazione.

Se vogliamo valutare l’affidabilità di un modello nel tempo, possiamo ricercare in rete eventuali recensioni, verificando però anche la reputazione del sito o forum dal quale raccogliamo queste informazioni.

Valutare l’efficienza energetica

Nella scelta di un qualsiasi apparecchio, oltre al prezzo, dobbiamo considerare i fattori di consumo ed efficienza energetica. Ogni elettrodomestico esposto alla vendita deve essere corredato di una etichetta che ne indichi la classe energetica di appartenenza. Diversi studi hanno dimostrato che il maggior costo degli elettrodomestici a classe energetica di rango superiore è ripagato dal minor consumo di energia che nel corso degli anni richiedono per il loro funzionamento.

Inoltre, se l’acquisto dell’elettrodomestico rientra nell’ambito di una ristrutturazione di carattere edilizio, è possibile accedere all’ecobonus che consiste in una detrazione fiscale del 50% sulla spesa sostenuta. Con l’ultima legge di bilancio, questo bonus è stato prorogato fino al 31 dicembre 2018.

Visitare più centri di rivendita

Una volta che ci siamo fatti una ragionevole idea sui modelli che ci interessano, siamo pronti a scendere in campo. Anche quando abbiamo le idee molto chiare è comunque importante visitare più centri di rivendita, come Rotex, in quanto da un negozio all’altro possono variare diversi aspetti:

· i prezzi, le offerte e le occasioni;
· le informazioni e le indicazioni fornite dai commessi;
· le garanzie standard ed accessorie;
· i costi di trasporto e consegna;
· i termini del servizio di ritiro dell’usato;
· il servizio di assistenza offerto.

Durante le nostre visite possiamo anche scattare una serie di foto sui modelli e i prezzi che hanno colpito la nostra attenzione e prendere appunti che ci serviranno per i confronti e le valutazioni che faremo con più calma a casa una volta terminato il nostro tour.

Verificare le offerte

Dopo aver scelto il modello che più si adatta alle nostre esigenze e individuato anche il negozio dove acquistarlo, possiamo provare a verificare se l’elettrodomestico che ci interessa è disponibile presso i principali e-shop. Molte catene di negozi consentono anche l’acquisto online dei medesimi apparecchi esposti presso i negozi, ma a prezzi più vantaggiosi. Dobbiamo però sempre ricordarci di verificare anche i costi di trasporto e ritiro dell’usato nonché quelli dei servizi accessori e delle garanzie che ci interessano. Cercando nella rete possiamo trovare anche interessanti offerte di negozi che vendono esclusivamente online. Se troviamo l’offerta adatta a noi, prima di lanciarci di getto nell’acquisto conviene verificare l’affidabilità del venditore sempre attraverso i commenti e le recensioni.
Se la differenza tra l’acquisto online e quello presso un negozio non è elevata, possiamo anche provare a chiedere al titolare di quest’ultimo uno sconto proprio sulla scorta del fatto che potremmo acquistare lo stesso identico prodotto su internet.

Valutare l’assistenza

Nella valutazione complessiva occorre esaminare bene anche la questione dell’assistenza. In caso di riparazione fuori dal periodo coperto dalla garanzia il costo dell’intervento può diventare particolarmente significativo. Quindi è consigliabile approfondire i termini dell’assistenza che in alcuni casi può costituire una buona ragione per acquistare l’elettrodomestico presso un negozio anziché online. Se il negoziante non offre un servizio di assistenza locale, occorre essere consapevoli che dopo la scadenza della garanzia probabilmente bisognerà arrangiarsi.

Abbattere i consumi

Una volta acquistato e installato il nostro nuovo elettrodomestico, possiamo mettere in pratica alcuni accorgimenti per risparmiare sui consumi. La prima regola da osservare è quella di far funzionare gli apparecchi di sera e nel week-end quando i costi applicati dai fornitori di energia elettrica sono inferiori. Ma vediamo come usare i principali elettrodomestici:
Frigorifero. Va posizionato in un punto fresco, a qualche centimetro dal muro per favorire la ventilazione, ma soprattutto distante da fonti di calore come il termosifone o il forno. Occorre anche evitare di riempire il frigo eccessivamente e di introdurvi cibi caldi.
Forno elettrico. Si riscalda molto rapidamente, nella maggior parte delle volte non conviene pre-riscaldarlo ma anzi può essere utile spegnerlo un pochino in anticipo per far terminare la cottura con il calore accumulato. Lavastoviglie. Va fatta funzionare solo a pieno carico. Se le stoviglie non sono troppo incrostate, può essere sufficiente il ciclo economico. La presenza di sale, per la prevenzione degli accumuli di calcare, va controllata costantemente Lavatrice. La biancheria che non è particolarmente sporca può essere lavata a 40°. Si possono pre-trattare i panni più sporchi oppure accumularli per un lavaggio specifico a temperatura maggiore, che verrà lanciato più raramente.

Loading...
Loading...