Loading...

In Italia ogni giorno si perdono 556 posti di lavoro

0
457
lavori più rischiesti
Loading...
Loading...

In Italia ogni giorno si perdono 556 posti di lavoro

In Italia il lavoro continua a rimanere una emergenza, che merita la priorità nell’agenda politica del governo.

I dati registrati da Confartigianato nel rapporto sul mercato del lavoro in effetti lasciano emergere un quadro estremamente preoccupante e negativo sul fronte occupazione, specie per i più giovani.

Stando alle ultime stime, tra aprile 2008 e marzo 2014 si registrano 1.201.500 occupati in meno. In sostanza detto in altri termini si assiste proprio a una emorragia dei posti di lavoro: se ne perdono 556 al giorno.

Anche nell’ultimo anno non si è invertito questo trend poco rassicurante: da marzo 2013 a marzo 2014 risultano 124.200 i posti di lavoro persi, circa 340 al giorno.

Il tasso di disoccupazione italiano risulta in crescita avendo toccato il 12,7% contro una media europea dell’11,8%, ma per quanto riguarda i giovani disoccupati under 25 il dato è ancora più penalizzante perché il tasso di disoccupazione a marzo raggiunge il 42,7%.

Complessivamente secondo la Confartigianato sono 3.247.700 gli italiani disoccupati, a cui bisogna aggiungere 1.703.500 di inattivi che il lavoro non lo cercano neanche più, 330.900 cassaintegrati, che fanno un totale di 5.282.100 persone che scontano tutte le difficoltà nell’inserimento del mercato del lavoro, complice anche la crisi economica.

Loading...
Loading...