Loading...

Auricolari Bluetooth: come scegliere i migliori

0
Loading...
Loading...

Consigli per la scelta Auricolari Bluetooth

Gli auricolari Bluetooth sono molto utili perché permettono di ascoltare la musica in modalità wireless. Attualmente per alcuni dispositivi mobili è diventato obbligatorio averli, perché alcuni smartphone non sono dotati di jack per le cuffie. Per questo sempre più utenti sono interessati all’acquisto di questi prodotti. Ma come scegliere i migliori? Prima dell’acquisto degli auricolari Bluetooth, bisogna tenere in considerazione molti fattori, cercando di trovare un’ottima soluzione nel rapporto qualità prezzo.

Il formato

Molti auricolari Bluetooth devono essere introdotti direttamente nell’orecchio e sono dotati di alcuni gommini intercambiabili. Si tratta degli auricolari in-ear. Esistono poi delle soluzioni alternative, come per esempio quelli che si appoggiano all’orecchio senza introdurre niente nel condotto uditivo. Volendo si possono scegliere soluzioni wireless al 100% o altre differenti che presentano un cavo che collega la parte destra con quella sinistra.

Molto interessanti sono gli auricolari Bluetooth mono, che sono composti da una sola unità. Sono generalmente dotati di microfono e vengono utilizzati in particolare per chiamare con lo smartphone senza tenere il dispositivo vicino all’orecchio. Questo tipo di auricolari può essere utile se non è destinato prevalentemente all’ascolto della musica.

I tempi di ricarica

Un altro elemento essenziale che dobbiamo tenere presente, se vogliamo acquistare degli auricolari Bluetooth, è costituito dalla loro autonomia. Gli auricolari wireless hanno anche dei tempi di ricarica differenti. Per esempio alcuni modelli mettono a disposizione la funzione di ricarica rapida. Sono molto comodi perché in pochi minuti possiamo ottenere un’autonomia anche di un’ora.

Gran parte degli auricolari Bluetooth presenta una compatibilità con le tipologie più diffuse di smartphone, tablet o computer. Alcuni hanno anche il supporto alla tecnologia NFC e quindi risultano molto più pratici per collegarli agli smartphone o ai tablet che hanno proprio il supporto NFC. Di non poco interesse sono quegli auricolari che danno la possibilità di abbinarli a più dispositivi contemporaneamente. Le moderne innovazioni tecnologiche consentono di effettuare l’abbinamento con iPhone e iPad in modo molto facile. Non dobbiamo fare altro che avvicinare gli auricolari al dispositivo e tappare su un pulsante. Possiamo scegliere anche i multipoint, con l’opportunità di collegarli a due dispositivi Bluetooth in contemporanea e di gestirli senza particolari difficoltà, magari uno per ricevere le chiamate e l’altro per ascoltare la musica.

La qualità del suono

La qualità del suono è molto importante, per cui dobbiamo scegliere quei dispositivi che più si adattano alle nostre esigenze. Gli auricolari possono differire molto riguardo a questo aspetto. Solitamente ci possiamo fare un’idea sui commenti e le recensioni che gli altri utenti hanno lasciato su internet relativamente ad un modello particolare che ci interessa. Tuttavia è bene farci un’idea personale, anche in base ai nostri gusti.

Se preferiamo mettere l’accento sui bassi o avere un suono equilibrato, dovremmo fare una prova pratica per scoprire quale modello possa fare al caso nostro. È logico che un buon modello di auricolari deve garantire anche un certo grado di isolamento dai rumori esterni.

Quelli in commercio garantiscono questa particolarità, anche attraverso la qualità dei gommini di cui sono dotati. Per essere sicuri sul totale isolamento dai rumori, bisognerebbe acquistare degli auricolari che propongono la funzione di cancellazione attiva dei rumori, però teniamo presente che questi modelli sono i più costosi sul mercato.

Le caratteristiche tecniche

Nella scelta degli auricolari prendiamo in considerazione anche alcune caratteristiche tecniche. Fra queste molto importante è la risposta in frequenza. Gli auricolari che riescono a riprodurre un suono più fedele in base alla frequenza sono quelli che supportano un intervallo di frequenze molto ampio, arrivando anche a volte a più di 20.000 Hz.

È opportuno insistere anche sull’impendenza, che indica la resistenza che i dispositivi esercitano sul segnale. È un elemento che si misura in Ohm. Bisognerebbe scegliere quei dispositivi che hanno un’alta impendenza per una qualità migliore del suono.

Loading...
Loading...