Loading...

Cane le annusa il naso: donna scopre di avere un cancro alla pelle

0
Loading...
Loading...

Cane fiuto tumori

Non è la prima volta che si scopre che i cani sono capaci di individuare i tumori attraverso il fiuto. Ed è proprio al fiuto del suo cane che Lauren Gauthier, 42 enne avvocato di Amherst (Massachusetts), deve la sua vita. Nel marzo del 2017 il cagnolino fissa il viso della donna, soffermandosi sulla narice destra. La donna pensava che fosse un brufolo, ma il cane anche una volta svanito quel pntino rosso continuava a fissarla sempre in quel punto. Quando quello che pensava fosse un brufolo ritorna nuovamente dopo tre settimane, allora Lauren decide di andare a farsi visitare da un medico. Tramite una biospia si scopre che quello che credeva essere un banale brufolo in realtà era un carcinoma basocellulare, un tumore della pelle che negli Stati Uniti colpisce 4 milioni di persone. Alla donna è stato quindi rimosso il cancro con la tecnica di Mohs, una procedura che consente di rimuovere la pelle infetta strato dopo strato. Launter ha spiegato che quando era più giovane si sottoponeva spesso a diverse sedute sui lettini abbronzanti. Sono passati quattro mesi dall’intervento e adesso può considerarsi in via di guarigione. In effetti già precedenti ricerche hanno dimostrato che il fiuto canino può rivelarsi uno strumento diagnostico sopraffino in fatto di tumori. In particolare da una ricerca condotta dal 2012 dal dottor Gianluigi Taverna, in collaborazione del Centro Militare Veterinario di Grosseto e patrocinata dallo Stato Maggiore della Difesa, è emerso che i cani grazie al loro fiuto portentoso sono in grado di accertare la presenza di una patologia tumorale con una affidabilità pari al 98%. In particolare ciò si è dimostrato utile per la diagnosi del tumore alla prostata in quanto questo tipo di tumore produce una serie di sostanze volatili che un cane addestrato allo scopo è in grado di individuare nelle urine. Tutto nasce 30 anni fa grazie all’intuizione di un medico inglese. Così spiega Taverna che contattò l’uomo: “Disse che il suo cane aveva scoperto un melanoma alla moglie, pubblicò la notizia e io lo contattai da quel momento incominciai a lavorare per capire se l’esperienza del medico inglese poteva essere fantascienza o realtà”.

 

Ed aggiunge: “Il tumore prostatico ha un odore particolare e ora il prossimo passo sarà quello di capire quali sono le molecole e cosa annusa il cane”.

Loading...
Loading...