Maradona dà ragione alla Juventus: il rigore su Lucas Vazquez non c’era

0
5

Diego Armando Maradona FiscoSi sa che le partite vengono decise spesso da episodi che hanno un ruolo determinante nell’economia di un match. E’ accaduto così anche nel ritorno dei quarti di finale di Champions che ha visto la Juventus mettere sotto il Real Madrid per larghi tratti della gara. Gli uomini di Allegri sono riusciti a ribaltare il 3 a 0 dell’andata rifilando altrettanti gol nella porta di Navas. Al 60′ dopo la doppietta di Mandzukic nel primo tempo, Matuidi completa la rimonta. La partita viene decisa però nei minuti di recupero quando l’arbitro assegna un rigore quantomeno dubbio al Real Madrid per il fallo di Benatia su Lucas Vasquez. L’episodio ha dato luogo a molte polemiche nel dopo-partita, in particolare Buffon ha avuto parole di fuoco nei confronti del direttore di gara inglese Michael Oliver. Se ne è discusso molto sia in Italia che in Spagna, anche grandi calciatori del passato hanno voluto esprimere il proprio parere. Tra questi c’è anche Diego Armando Maradona, da sempre avversario della Juventus ma che non si è fatto condizionare da questo “odio sportivo” nel valutare il rigore. Così si è espresso al riguardo l’ex numero 10 del Napoli:

“Non era rigore  Diciamo che Lucas Vazquez non aveva molta altra scelta. Era di fianco a Buffon e Benatia che veniva da dietro voleva contrastarlo per rubargli la palla. Vazquez si è lasciato cadere… l’avrei fatto anche io. Ma se non l’avesse fatto sono anche convinto che sarebbe stato gol del Real al 99%”.

loading...