Loading...

Camminare veloce previene il rischio di malattie cardiovascolari

0
523
Corsa
Loading...
Loading...

Corsa

Stando a uno uno studio condotto dai ricercatori dell’Università di Sidney camminare a passo spedito potrebbe essere il segreto della longevità in quanto diminuisce il rischio di sviluppare patologie cardiache. I ricercatori di questo studio che è stato pubblicato sul British Journal of Sports Medicine, hanno preso in considerazione i dati relativi a 11 questionari sulla mortalità accertata nella popolazione inglese e scozzese tra i 1998 ed il 2004. E’ risultato che il rischio di morte subisce un decremento del 20% quando si cammina seguendo un ritmo medio e del 24% quando invece si procede a passo spedito. Dati analoghi sono emersi anche riguardo la prevenzione delle malattie cardiache: a ritmo medio si assiste a una diminuzione delle patologie al cuore pari al 24%, mentre se si cammina a passo più veloce il rischio scende al 21%. E’ interessante notare che i benefici ottenuti sono maggiori con l’avanzare dell’età. In particolare per chi ha un’età pari o superiore a 60 anni camminare a passo medio diminuisce del 46% il rischio di morire per patologie al cuore, mentre per chi cammina più velocemente il rischio passa al 53%. I ricercatori sottolineano che camminare a ritmo veloce  equivale a percorrere dai 5 ai 7 chilometri all’ora. In alternativa si può prendere in considerazione un ritmo che ci fa stare leggermente senza fiato o sudati. Pertanto i risultati di questo studio lasciano presumere che camminare a passo spedito ci permette in modo semplice e efficace di preservare la salute del nostro cuore e di diminuire  il rischio di morte prematura.

Loading...
Loading...