Loading...

Baltimora, detenuto spaccia droga e mette incinte quattro guardie carcerarie

0
509
Baltimora, detenuto spaccia droga e mette incinte quattro guardie carcerarie
Loading...
Loading...

Baltimora, detenuto spaccia droga e mette incinte quattro guardie carcerarie

Tavon “Bulldog” White è stato incarcerato nella prigione di Baltimora, dove deve scontare venti anni per omicidio. Nonostante tutto non se la passa affatto male. Tanto per cominciare l’uomo sembra essere una vero e proprio Don Giovanni, e le sue doti da amatore sono molto apprezzate dalle guardie carcerarie. Sembra che abbia un vero e proprio harem, tant’è vero che quattro donne che hanno avuto rapporti con lui ne sono state anche ingravidate.

Altre invece sono state talmente sopraffatte psicologicamente dall’uomo da essersi tatuate il suo nome sulla pelle. Una storia che ha dell’incredibile, e non finisce qui. Tavon White all’interno del carcere di Baltimora è diventato un vero e proprio gangster. “Questo è il mio carcere, la mia parola è legge”– avrebbe detto il detenuto, che oltre ad intrattenersi con le guardie carcerarie nel tempo libero gestisce anche un traffico di droga.

Il tutto sotto gli occhi corrotti e conniventi delle guardie, che ovviamente hanno anche un tornaconto personale. La gang formatasi all’interno del carcere avrebbe addirittura un nome, la “Black Guerrilla Family”, e riesce a muovere una cifra che oscilla tra i 10mila ed i 20mila dollari a settimana grazie appunto al traffico di droga, stupefacenti e telefonini. Una storia da film, che invece racconta una drammatica quanto assurda verità.

Loading...
Loading...